La giunta comunale di Feltre (BL) ha dato il via libera al nuovo bando per l’assegnazione del “Buono Spesa” a favore di nuclei familiari in condizione di disagio economico, legato all’emergenza Covid-19. Nei primi mesi della pandemia, mediante tre avvisi, erano stati erogati complessivamente sostegni per 109 mila euro. Identica la cifra che il governo ha stanziato a favore del Comune di Feltre da destinare ai “Buoni Spesa”, anche per questa nuova fase dell’emergenza sanitaria. In nessun caso sarà consentito l’acquisto di alcolici o sigarette-tabacco o lotterie istantanee (gratta e vinci).

L‘Amministrazione comunale di Fasano (BR), nella persona dell’assessore alle Politiche Sociali Angela Carrieri informa che da oggi, mercoledì 16 dicembre, sono aperti i termini di richiesta per l’assegnazione del bonus alimentare a favore di persone e/o famiglie in condizioni di disagio economico e sociale causato dalla situazione emergenziale in atto, provocata dalla diffusione di agenti virali trasmissibili (covid-19).

È stato quindi approvato l’avviso pubblico per l’assegnazione di buoni spesa, spendibili mediante tessera sanitaria/codice fiscale, per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità. L’importo del buono spesa varierà in base alla composizione del nucleo familiare, secondo la seguente: nuclei fino a 2 persone € 160.00; nuclei da 3 a 4 persone € 280.00; nuclei con 5 persone o più € 360.00.

Sono tassativamente esclusi dall’utilizzo dei buoni spesa i seguenti prodotti: tabacchi, alcolici, giochi in denaro (scommesse, gratta e vinci, lotto ecc..) e ricariche telefoniche.