Il Programma RinascimentoBergamo – attivato, nell’ambito del Fondo di mutuo soccorso, dal Comune di Bergamo, il Gruppo Intesa Sanpaolo e la Fondazione di partecipazione Cesvi – amplia la platea dei beneficiari e proroga la scadenza dei bandi in favore delle microimprese del territorio finalizzati a supportare larealizzazione dei necessari adeguamenti strutturali per il rispetto della norma Covid e a favorire la crescita ed il consolidamento dell’attività oltre che a promuovere partenariati e azioni di integrazione strategica ed innovazione.

In particolare, il bando “Spese Inderogabili” è stato prorogato fino al 31 luglio 2020 e i bandi Michelangelo e Raffello sono stati estesi fino al 30 settembre 2020. Inoltre, il Progetto Rinascimento per far fronte alla nuova fase di apertura delle microimprese della città ha esteso le proprie attività, inizialmente destinate solo alle microimprese costrette alla chiusura forzata a causa dell’emergenza coronavirus, a tutte le microimprese di Bergamo che in modo diretto o indiretto hanno subito le conseguenze del periodo di crisi. Potranno quindi presentare richiesta tutti i codici ATECO ad esclusione di quelli relativi alla fabbricazione di armi, esplosivi e del gioco.