svizzera
Print Friendly, PDF & Email
(Jamma) Svizzera. Il Consiglio federale svizzero lancia una campagna di supporto alla legge sul gioco d’azzardo online portando come esempio, anche la normativa dell’Italia.

La Svizzera e altri Paesi applicano già da anni il blocco dei siti web, ad esempio nel caso di siti di pedopornografia o di pornografia dura. In Europa sono già 17 i Paesi che oggi bloccano l’accesso ai giochi in linea non autorizzati, segnatamente il Belgio, la Bulgaria, la Danimarca, l’Estonia, la Francia, la Grecia, l’Italia, la Lettonia, la Lituania, il Portogallo, la Romania, la Slovacchia, la Slovenia, la Spagna, la Repubblica ceca, l’Ungheria e Cipro. Altri Paesi stanno prevedendo l’introduzione di tali blocchi.

E’ questo uno dei punti della campagna lanciata oggi dal Consiglio federale in vita del voto del 10 giugno prossimo

La legge svizzera

Sei anni fa il Popolo ha deciso con l’87 dei voti favorevoli di iscrivere nella Costituzione il disciplinamento dei giochi in denaro. L’articolo costituzionale precisa che le regole applicate ai casinò e alle lotterie valgono anche per i giochi proposti in linea: chi intende offrire giochi in linea in Svizzera necessita di un’autorizzazione e deve rispettare il nostro diritto. Oggi non è così. Chiunque, da un qualsiasi luogo del mondo, propone una casa da gioco virtuale non deve tenere conto del nostro diritto. Non è tenuto a prendere alcun provvedimento per impedire la dipendenza dal gioco, la truffa o il riciclaggio di denaro. E non versa alcun contributo a favore della collettività. Così facendo, seconde le stime, vanno persi circa 250 milioni di franchi all’anno. Per questi motivi la legge sui giochi in denaro autorizza il blocco dell’accesso a questo tipo di giochi in linea.

Secondo il Consiglio “la nuova legge rafforza la tutela dei giocatori contro la dipendenza dal gioco (si veda domanda 7) e contro altri rischi: consente di prendere misure per ridurre il rischio della manipolazione di competizioni sportive e quindi anche di influire sull’esito delle relative scommesse. Attualmente in tale settore vi è una lacuna che la nuova legge colma prevedendo sanzioni, alla stregua della corruzione, anche per la manipolazione di scommesse. Inoltre in futuro le associazioni sportive e gli organizzatori di scommesse saranno tenuti a segnalare i casi sospetti. La legge amplia inoltre la cerchia degli organizzatori di giochi in denaro sottoposti alla legge sul riciclaggio in denaro. Riassumendo, la legge rende i giochi in denaro più sicuri e trasparenti consentendo di protegge i consumatori”.

 

Commenta su Facebook