Svenska Spel

Con il quarto trimestre 2019, Svenska Spel termina l’anno più tumultuoso della storia del Gruppo e del settore dei giochi in Svezia a seguito della nuova regolamentazione del mercato. Le basi clienti di Svenska Spel, le attività digitali e quelle sportive e dei casinò continuano a svilupparsi positivamente.

Le entrate nette del Gruppo nel quarto trimestre sono state pari a 2.476 milioni di corone svedesi, il 4% in più rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. Escludendo i proventi non ricorrenti, si tratta di una riduzione del due percento. A causa della nuova tassa sui giochi, il margine operativo del 31 percento è significativamente inferiore rispetto allo scorso anno. Con l’aggiustamento dell’imposta sul gioco, è stato del 50 percento (52).

Svenska Spel registra per l’intero anno 2019, entrate nette di gioco di 8.579 milioni di corone svedesi (8.784), un calo del due percento che escludendo le entrate una tantum significa un decremento del quattro percento. Il risultato per il Gruppo è di 2.716 milioni di corone svedesi (4.522), una riduzione dovuta principalmente all’imposta sul gioco d’azzardo introdotta nella ri-regolamentazione del mercato dei giochi.

Le entrate del trimestre sono penalizzate dalla forte concorrenza e dal maggiore impegno nella responsabilità di gioco (Playscan)

Il mercato dei giochi svedese nel suo insieme ha avuto una crescita negativa nel 2019. Il risultato Svenska Spel per il trimestre è quindi in linea con le aspettative.

“La cosa più importante durante l’anno è stata quella di stabilizzare il business dopo la grande transizione verso un nuovo mercato dei giochi, che ora abbiamo fatto, il che significa che siamo ben attrezzati per il futuro. Stiamo entrando nel nuovo anno con un focus aggressivo per il futuro, ma con costante preoccupazione per i nostri clienti”, afferma Patrik Hofbauer, Presidente e CEO di Svenska Spel.

La crescita continua per l’area di business Sport & Casino, mentre la base di clienti per l’area di business Tur è ora stabile dopo il passaggio al nuovo mercato dei giochi. I ricavi netti da gioco per l’area business Sport & Casino sono aumentati del 2% durante il quarto trimestre, escludendo i ricavi una tantum, nonostante un elevata restituzione in vincita ai clienti. L’area di business Tur diminuisce dell’1% escludendo i ricavi non ricorrenti. L’area d’affari di Casino Cosmopol e Vegas è in calo di quasi il dieci percento e continua a risentire del passaggio dei clienti dal gioco fisico a quello online, nonché degli sforzi legati alla legislazione sul riciclaggio di denaro.

Durante il quarto trimestre, l’attività digitale di Svenska Spel è aumentata dell’8% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, di cui le vendite con telefono cellulare sono aumentate del 9%. Il business digitale ora rappresenta il 34 percento dei ricavi del Gruppo.

Il lancio dei nuovi apparecchi automatici è stato completato secondo i piani e da aprile sono stati sostituiti oltre 4.200 apparecchi in 1.400 sedi. Le nuove macchine offrono una migliore esperienza di gioco, oltre a sistemi per una maggiore responsabilità di gioco e accesso con Bank ID.

L’indice Game Check, che misura la percentuale dei clienti di Svenska Spel che sono a conoscenza del loro gioco d’azzardo e fanno scelte consapevoli, è aumentato rispetto alla prima metà dell’anno.

Una buona notizia, secondo Svenska Spel, è che la Svizzera è il quarto Paese a scegliere Playscan, lo strumento di Svenska Spel per l’identificazione e la comunicazione con i giocatori a rischio.

A seguito di un accordo con la società di gioco norvegese Norsk Tipping, la francese La Française des Jeux e la svedese Million Lottery, anche la Società svizzera della lotteria della Svizzera Romande è entrata in azione con il sistema.