Google migliora continuamente il proprio algoritmo SEO. Per questo motivo, le tecniche che funzionavano 5 anni fa, probabilmente oggi non sono più sufficienti. Non ottimizzare un sito correttamente significa non usufruire di vantaggi come maggiore traffico, conversioni e vendite.

Chiunque abbia intenzione di migliorare il posizionamento del proprio sito deve tenere a mente alcuni trucchi e consigli SEO indispensabili. Ecco quali sono:

1) Trattenere gli utenti sul sito

Il modo in cui gli utenti interagiscono con il sito ha un valore importantissimo in termini di SEO. Infatti, più tempo un utente passa sul sito, maggiori sono le possibilità che la pagina venga considerata rilevante da Google. Il consiglio è quello di fare in modo di dare agli utenti esattamente ciò che si aspettano, semplificando al massimo la navigazione del sito. Prendiamo come esempio questo sito di scommesse chiamato Casinoble.it. Appena un utente accede, capisce chiaramente qual è il contenuto del sito e può navigare facilmente tra le sezioni. Menu ordinato, immagini in alta definizione e contenuti rilevanti spingono gli utenti a passare più tempo sulla pagina. Generalmente, è necessario tenere gli utenti sul sito per almeno 3 minuti.

2) Sfruttare le potenzialità dei video

I video possono attirare un traffico enorme, tuttavia, molti siti sono riluttanti all’utilizzo, probabilmente per costi e tempi di produzione. Pochi video ben fatti possono fare la differenza tra l’ottenere un traffico organico elevato o meno. Per chi avesse ancora dei dubbi, quasi l’80% del traffico internet totale deriva da video. Sarebbe un peccato non usufruire di questa tendenza.

3) Ottimizzare il sito per le ricerche vocali

La tecnologia si evolve continuamente. Fino a qualche anno fa le ricerche vocali erano una funzione dimenticata degli smartphone più costosi. Oggi, hanno un ruolo fondamentale. Sempre più utenti si affidano ad assistenti vocali per ricercare informazioni online mentre guidano, passeggiano, lavorano ecc. Questo è ancora più importante se il sito è un’attività locale. Le informazioni del sito devono essere consistenti tra le diverse piattaforme e canali in cui potrebbe essere presente. In questo modo gli assistente vocali possono rintracciare e mostrare il sito quando cercato.

4) Più veloce è meglio

La velocità di caricamento di un sito ha un ruolo fondamentale sul posizionamento dello stesso. Google adora la velocità. Infatti, suggerisce una velocità di caricamento di massimo 200 ms. I modi per ottimizzare la velocità sono tanti. Nonostante ciò, immagini troppo grandi e un hosting poco performante solitamente sono le cause principali di rallentamenti. Verificare che il proprio sito carica velocemente quando aperto da diverse parti del mondo può fare la differenza tra ottenere un numero elevato di visite o restare invisibili.

5) La sicurezza conta

Offrire una connessione al sito sicura tramite protocollo di sicurezza HTTPS è ormai indispensabile. Infatti, ogni volta che si apre un sito senza tecnologia SSL, alcuni browser web, presentano un avviso simile a “questo sito non è sicuro”, di certo non qualcosa di invitante per gli utenti. La questione diventa ancora più delicata per i siti e-commerce. Chi inserirebbe i dati della propria carta di credito su un sito in cui la connessione può essere facilmente monitorata e rintracciata da terzi malintenzionati? La maggior parte delle piattaforme CMS, così come i vari tipi di hosting, offrono SSL gratis, per cui non c’è davvero nessuna scusa per non implementarlo.

La SEO è un argomento davvero ampio. Nonostante ciò, questi 5 consigli possono essere un buon modo per portare il proprio sito a un livello superiore.