sogei
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – «Il gioco online è ormai una realtà consolidata in Italia, con un’ampia offerta di giochi che, dopo anni di crescita, sembra giunta a un livello di maturazione e che, oltre a generare una riduzione del mercato illegale, ha fatto spostare l’attenzione degli operatori e, soprattutto, del regolatore verso gli aspetti di sostenibilità sociale». Così Carla Ramella, Responsabile della Direzione Dogane e Monopoli, Sanità e Interni, di Sogei nella prefazione della ricerca 2018 dell’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano.

«Al di là, quindi, della necessità di spingere ancora verso una crescita del mercato regolamentato, – prosegue Ramella – si sta ponendo una sempre maggiore attenzione alla necessità di tutelare il giocatore, tanto che le principali novità del settore per l’anno corrente sono molto più mirate al versante del gioco responsabile, piuttosto che alla promozione di nuovi giochi.

In questo ambito Sogei, nel suo ruolo di partner tecnologico del MEF, affianca con convinzione l’Agenzia Dogane e Monopoli, proponendo nuovi strumenti o migliorando quelli già esistenti in modo da favorire l’approccio del pubblico a una esperienza ludica sostenibile.

Dal febbraio scorso, infatti, è attivo il Registro Unico delle Autoesclusioni (RUA), tramite il quale un giocatore può decidere autonomamente di inserire il proprio nominativo tra quelli che non possono accedere, per un periodo di tempo limitato o anche illimitato, ai giochi proposti dai concessionari autorizzati.

Questa autoesclusione, oltre che a un concessionario presso il quale è stato in precedenza aperto un conto, può essere chiesta direttamente all’Agenzia Dogane e Monopoli e, in entrambi i casi, ha efficacia sull’intera platea dei concessionari italiani.

I concessionari, inoltre, hanno anche il compito, per ognuno dei loro clienti attivi, di inviare all’Anagrafe dei Conti di Gioco (ACG) i limiti agli importi di ricarica giornaliera, settimanale o mensile, che ogni giocatore è tenuto a impostare.

Oltre a questi strumenti di limitazione del gioco lecito, Sogei ha realizzato e reso disponibili agli operatori (concessionari e ODV) soluzioni applicative che consentono una gestione interamente telematica del processo di certificazione, dalla richiesta di verifica del Concessionario, all’esecuzione dei test di colloquio con il Sistema di Controllo, alla generazione, firma e trasmissione dell’esito della verifica da parte dell’ODV fino alla generazione, firma e trasmissione del Certificato di conformità da parte dell’Agenzia; tale flusso telematico tra concessionari, ODV e Agenzia, è stato standardizzato e unificato per tutte le tipologie di gioco che richiedono la propedeutica verifica di un Organismo accreditato (non solo giochi a distanza, ma anche sistemi di gioco VLT).

Sogei supporta l’Agenzia, da tempo, nell’attività di oscuramento dei siti illegali, una battaglia difficile ma fondamentale per combattere un fenomeno ancora lontano dall’essere debellato, tanto che la black-list dei siti oscurati ha superato ormai il numero di 7.000.
Per quanto riguarda i dati del mercato del gioco online, il 2017 non fa che consolidare i numeri degli ultimi anni, anche se va considerato che, in molti casi, come per altri settori economici, anche il gioco è caratterizzato da un inesorabile processo di modifica dei canali di vendita, per cui l’online va semplicemente a sostituire il gioco fisico.

Ad esempio, per le scommesse sportive, nel 2017 è proseguito il trend di crescita delle transazioni di gioco, che ormai sono ampiamente oltre il milione giornaliero, ma con una quota del mercato totale delle scommesse che ha ormai superato, in valore, il 50% del totale, proprio per effetto, almeno in parte, del processo di sostituzione appena citato.
L’online, invece, continua ad avere poca presa sugli amanti delle scommesse ippiche e sugli eventi virtuali, in entrambi i casi la crescita di transazioni rispetto all’anno precedente è trascurabile, così come l’incidenza sul totale, che è circa del 9% per l’ippica e del 5,6% per le scommesse su eventi virtuali.

Per i giochi di abilità, nel 2017 è proseguita la crescita dei giochi da casinò, le cui transazioni sono aumentate del 62% rispetto al 2016, ma anche i giochi a torneo fanno registrare un tasso di crescita importante (+30% sull’anno precedente) trainati soprattutto dai tornei a montepremi variabile (“Spin & go”), mentre è in ripresa il poker cash che, dopo il calo del 2016, è tornato a crescere con un aumento delle transazioni del 20%.

Il bingo online è in crescita del 15% sull’anno precedente, mentre per Lotto e 10eLotto online, dopo un’impetuosa crescita nel 2016, le transazioni sono in leggero calo, forse a seguito del venir meno dell’effetto novità che aveva trainato questa modalità di gioco nei due anni precedenti».

Commenta su Facebook