Print Friendly

(Jamma) Il 6 luglio, le autorità di regolamentazione sul gioco  francese, spagnolo, italiano e portoghese hanno firmato un accordo sulla condivisione di denaro contante sul poker online.

Questo accordo mira a rafforzare la cooperazione e lo scambio di informazioni tra le autorità al fine di consentire la condivisione tra gli operatori di poker online , combattendo il mercato illegale e le frodi, garantendo la protezione e il rispetto per il giocatore .

L’attuazione concreta delle azioni dipenderà dai requisiti regolamentari di ciascuna giurisdizione.

Le autorità faranno del loro meglio per l’effettiva attuazione entro la fine dell’anno.

“Abbiamo bisogno di due mesi per garantire che il software sia sicuro. Pensiamo non si possa avere prima di settembre” ha detto Charles Coppolani di ARJEL, il regolatore francese. Il presidente Coppolani confida nel fatto che presto altri Paesi possano decidere di aderire all’accordo. Gran Bretagna aveva avviato i colloqui prima della Brexit. “Stiamo lavorando su questo accordo da diciotto mesi”, ha detto Charles Coppolani. Questo primo accordo permetterà di rilanciare un mercato “in leggera erosione”, secondo Coppolani, su cui pesa la concorrenza dei “videogiochi online” e la difficoltà di “rinnovare la popolazione dei giocatori”.

Commenta su Facebook