Print Friendly, PDF & Email

Grecia, il mercato del gioco d’azzardo online potrebbe presto avere un quadro normativo più stabile e dettagiato dal momento che il ministero delle Finanze ha annunciato i suoi piani di rinnovamento. Con il nuovo regime di licenze 24 operatori che fino ad oggi hanno raccolto giocate con permessi temporanei ora potranno richiedere nuove licenze.

Ma non senza qualche piccolo problema. Ci sono infatti aspetti della proposta che potrebbero scoraggiare gli operatori. Il costo di 4 milioni di euro per ogni licenza è già una delle principali preoccupazioni per le società che potrebbero considerare di operare nel segmento delle scommesse sportive in Grecia, soprattutto considerando che è previsto un extra di 1 milione di euro per coloro che desiderano offrire altre opzioni online.

Coloro che desiderano richiedere una licenza dovranno presentare un deposito di € 500.000 e dimostrare di possedere una licenza per operare online in un altro mercato dell’Unione europea, oltre a presentare i bilanci dei tre anni precedenti. Se dovessero ottenere un permesso, saranno autorizzati a operare per cinque anni e dovranno richiedere il rinnovo almeno un anno prima della scadenza della licenza.

I candidati devono avere i propri server locali in Grecia e sono tenuti a stabilire conti con istituti di elaborazione dei pagamenti autorizzati a livello locale.

Per quanto riguarda la tassazione, il nuovo piano comporta una tassa variabile sulle vincite dei giocatori, ad eccezione di quelli inferiori a € 100. Le vincite superiori a € 100 ma inferiori a € 500 saranno tassate al 15%, mentre le vincite superiori a € 500 saranno tassate al 20%.

Commenta su Facebook