La Dirección General de Ordenación de Juego pubblica il report annuale  sul mercato gioco in Spagna. Questa relazione, sintesi delle relazioni trimestrali, ‘certifica’ che nel 2018, il GGR è stato di 699 milioni di euro, il 25,48% in più rispetto all’anno precedente.

Depositi e prelievi continuano la loro tendenza al rialzo, in aumento rispetto al 2017, rispettivamente del 53,50% e del 67,01%.

La spesa per il marketing nel 2018 è di 328 milioni di euro, il 48% in più rispetto all’anno precedente, a causa dell’aumento della pubblicità e dei bonus rilasciati.

Il numero di giocatori attivi nel 2018 è stato di 1.465.129, il 5,24% in più rispetto all’anno precedente.

I segmenti di gioco

I 699 milioni di euro di GGR sono distribuiti in 365,1 milioni di euro in scommesse (52,20%); 13,4 milioni di euro in Bingo (1,92%); 237,9 milioni di euro in Casino (34,03%), 81,8 milioni di euro in Poker (11,70%).

Il segmento delle scommesse ha un tasso di crescita rispetto all’anno precedente del 18,11%.  Le scommesse sportive in diretta sono aumentate del 14,93% nell’ultimo anno e hanno raggiunto il 55,92% del mercato totale delle scommesse.

Anche il Bingo ha registrato un tasso di variazione annuale del 17,4% nel 2018, mantenendo così la tendenza avviata nel 2016.

Nel segmento dei casinò, la maggiore crescita ha avuto luogo nel 2018 con un tasso di variazione annuale del 38,91%. Questa situazione si verifica dal 2015, con tassi di crescita annuali del 72.49% e 47.21% nel 2016 nel 2017. Questa crescita è dovuta principalmente alle macchine da gioco .

Le competizioni hanno registrato un calo dell’82,15% nel tasso di variazione annuale. Il risultato complessivo è che la quota di mercato delle competizioni rispetto al resto dei segmenti sta diminuendo e nel 2018 è pari allo 0,15%.

Il poker presenta nel 2018 un aumento ottenendo un tasso di variazione annuale del 37,05%. Il poker cash è aumentato del 26.28% rispetto al 2017. II tornei di poker hanno registrato un aumento del 44,45% rispetto all’anno precedente e rappresentano il 62,50% del mercato del poker.

Le spese di marketing nel 2018 sono state pari 328 milioni di euro, suddivise in spese di affiliazione per 30,9 milioni di euro; sponsorizzazione 13,4 milioni di €; promozioni 116,1; e pubblicità 168,1 milioni di €.

La media mensile dei conti attivi è stata di 833.525, il che implica una crescita del 28,35% rispetto all’anno precedente. La media mensile dei nuovi account di gioco è 256.008 utenti, con una crescita annuale del 20,79%.

Il fatto più rilevante dal punto di vista normativo, dal gennaio 2018, è l’apertura di operazioni di liquidità condivise per il poker, con Francia e Portogallo. Da allora, quattro piattaforme hanno registrato operazioni di liquidità condivise con questi paesi.

Commenta su Facebook