Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il contrasto al gioco irregolare, la promozione del gioco responsabile e la tutela del consumatore dal gioco problematico e dalle frodi, la tutela dei minori e le nuove strategie dei concessionari, che incorporano esplicitamente la cultura del Gioco Responsabile, hanno permesso al settore italiano del Gioco Online di svilupparsi in termini di offerta e di volumi di gioco controllati e regolari.
I ricercatori Marco Planzi e Samuele Fraternali offrono, con la presentazione della ricerca dell’Osservatorio Gioco Online, presso il Politecnico di Milano, un quadro dettagliato e preciso del giocatore online.

«Tutto ciò ha quindi condotto il mercato italiano, dal 2008 ad oggi, – si legge nella ricerca – a crescere di dimensione, sia per bacino di utenza sia per valore dei flussi di gioco. In particolare, il fattore principale che ha caratterizzato la crescita e lo sviluppo del settore è stato il recupero di flussi di gioco irregolari, rientrati all’interno del circuito legale e passati nel tempo sotto il controllo dell’Agenzia Dogane e Monopoli.


Il recupero di flussi di gioco dal “.com” al “.it” si è verificato in due modalità:
• Ingresso nel mercato italiano di grandi player internazionali (ad esempio bet365, Betaland, Goldbet e PlanetWin) attratti da un ecosistema competitivo e ben regolato. I flussi di gioco degli utenti italiani che irregolarmente giocavano sui portali “.com” di questi operatori si sono di conseguenza spostati sul “.it”, a beneficio del circuito legale italiano;
• Migrazione verso il “.it” di giocatori italiani che prima praticavano in maniera esclusiva irregolarmente sul “.com” – su siti senza concessione italiana – attratti da un’offerta di gioco ampia e competitiva.


Inoltre vi è un altro importante fattore che ha contribuito allo sviluppo del settore, ossia il processo di digitalizzazione dell’Italia e dei consumatori italiani che sta modificando le abitudini e i comportamenti d’acquisto. Da un lato sono sempre più i consumatori presenti sul canale digitale (secondo i dati Istat, la popolazione internet maggiorenne è cresciuta del 3% raggiungendo a fine 2017 i 32,3 milioni di utenti) e sempre più i consumatori che utilizzano dispositivi connessi al web (il 70% della popolazione nella fascia 13-80 possiede almeno uno smartphone). In tutti i settori “consumer” vi è pertanto un naturale e continuo passaggio dal canale tradizionale all’online, osservabile anche nel settore del Gioco Online. Dall’altro lato vi è un costante aumento di iniziative multicanale, di gestione sinergica e di convergenza dei mondi digitale e fisico attivate da concessionari di gioco tradizionali, con l’obiettivo di migliorare e rendere più fluida l’esperienza di gioco (ad esempio, digital touch point in punto vendita, realtà aumentata che consente con una semplice scansione da mobile di ottenere tutte le informazioni e i contenuti necessari in modo semplice e rapido). I confini tra Gioco Online e gioco nei punti vendita “fisici” sono sempre meno distinti.

Nel 2017 gli italiani che hanno effettuato almeno una giocata online sono stati 2,2 milioni, in crescita del 22% rispetto agli 1,8 milioni dell’anno precedente.
I giocatori attivi online nel 2017 sono stati circa 2,2 milioni, con un incremento del 22% rispetto al 2016. L’ampliamento della base utenti si è registrato anche a livello mensile: i giocatori attivi unici in media al mese sono 959.000 circa, in crescita del 25% rispetto ai 766.000 circa del 2016. Interessante notare come tra il 2016 e il 2017 il tasso di abbandono del Gioco Online da parte dei giocatori sia stato del 29%. Ciò significa degli 1,8 milioni di giocatori attivi nel 2016, sono circa 1,3 milioni i giocatori che hanno giocato anche nel 2017. Il bacino di utenza del Gioco Online (2,2 milioni di giocatori annui nel 2017) rappresenta circa il 7% degli Internet User in Italia con più di 18 anni. Rispetto alla popolazione maggiorenne italiana la penetrazione è invece di circa il 4%. L’incidenza sulla popolazione Internet sale a circa il 12% se prendiamo in considerazione tutti coloro che posseggono almeno un conto di gioco regolarmente attivo. Questi ultimi – secondo i dati registrati a dicembre in anagrafica Sogei – sono infatti circa 3,7 milioni, in crescita del 9% rispetto ai poco più di 3,4 milioni dell’anno precedente. Ciò significa che mediamente in un mese il 25% circa degli italiani in possesso di un conto di gioco effettua una giocata.
In totale, a fine dicembre, i conti di gioco aperti sono 8,2 milioni (+13% rispetto al 2016); pertanto in media ogni giocatore possiede almeno 2,2 conti di gioco. Nel 2017 i 2,2 milioni di giocatori online hanno utilizzato circa 3,8 milioni di conti di gioco, per cui in media ogni giocatore ha usato 1,7 conti di gioco.
Nel 2017 il numero di giocatori che hanno effettuato almeno un deposito di denaro sul proprio conto online è stato pari a 1,9 milioni, in crescita del 18% rispetto agli 1,6 milioni del 2016. Tale valore, inferiore rispetto 2,2 milioni di giocatori attivi, implica che una quota parte di giocatori potrebbe aver giocato solo in modalità free, utilizzando le versioni demo e/o i bonus.

Non cambia l’identikit del giocatore tipo: uomo, residente al Centro-Sud e con età compresa tra i 25 e i 44 anni. Inoltre si conferma la tendenza a giocare saltuariamente.
Anche nel 2017 non subisce significative variazioni l’identikit del giocatore italiano. La maggior parte dei giocatori (82%) è uomo – le donne, in leggero aumento, si concentrano però in particolari giochi (ad esempio il Bingo) –, risiede al Centro-Sud (70%) e ha un’età compresa tra i 25 e i 44 anni (53%). Analizzando il comportamento dei giocatori nel loro primo anno di vita, emerge che più della metà degli utenti gioca saltuariamente. Un terzo dei giocatori gioca un solo mese all’anno, oltre la metà gioca per due mesi e più dei tre quarti giocano al massimo sei mesi. Il 15% circa dei giocatori online gioca con costanza, per almeno 9 mesi in un anno.

Le Scommesse Sportive sono il gioco con più seguito, davanti a Casinò Games e Poker.
In riferimento ai singoli giochi si osserva che le Scommesse Sportive sono la categoria con più giocatori: nel 2017 hanno effettuato almeno una scommessa online circa 1,67 milioni di italiani, in crescita del 26% rispetto al 2016.
Seguono i Casinò Games con un’utenza annua di oltre 880.000 giocatori, in crescita del 17% sul 2016. In leggera crescita anche il Poker: aumentano i giocatori del Poker a Torneo (poco più di 611.000, +9%) come quelli del Poker Cash (447.000, +6%). Più contenuti i bacini di giocatori degli Altri Giochi: ad esempio hanno giocato poco più di 280.000 italiani (sostanzialmente stabili) a Bingo online, poco più di 190.000 italiani (+48%) al Lotto e oltre 150.000 italiani (-6%) a Scommesse Virtuali».

Commenta su Facebook