online
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Il mercato del gioco d’azzardo online senza più segreti anche in Portogallo dove il Serviço de Regulação e Inspeção de Jogos (SRIJ), l’ente di regolamentazione nazionale, ha deciso di adeguarsi agli standard europei e rendere pubbliche le statistiche sulla spesa. Questa scelta dovrebbe suscitare qualche imbarazzo all’Italia visto che l’Amministrazione dei Monopoli, stranamente, pur rappresentando uno dei maggiori mercati del gioco online, ha scelto, al contrario, di rendere pubblici i dati non attraverso un canale ufficiale, ma affidandosi al passaggio dei dati dai concessionari agli amici degli amici.

E’ chiaro infatti che sia per gli apparecchi da gioco, che per le scommesse e il gioco online i dati sulla spesa mensile vengonoelaborati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e messi a disposizione degli operatori ( e in alcuni casi di oragni di stampa), mentre con cadenza annuale , dietro compenso, elaborati dal Politecnico di Milano e pubblicati in un report.

In considerazione del fatto che il Portogallo è uno dei quattro Paesi che ha aderito alla liquidità internazionali per il poker online e che Spagna e Francia già da tempo pubblicano le statistiche ufficiali, l’unico regolatore non linea resta al momento quello italiano.

Tornando al mercato portoghese quindi registriamo che ad un anno dall’avvio del mercato tre operatori hanno una licenza per le scommesse online e 4 per il gioco d’azzardo online.

nel periodo compreso tra gennaio e giugno 2017 in Portogallo si èregistro un calo della raccolta medio mensile dell’8,1% , vale a dire 1,9 a giugno 2017 rispetto al primo mese esaminato.

Nel 2 ° trimestre del 2017 i ricavi lordi associati con lo sfruttamento dei giochi d’azzardo
online ammontano a 11,4 milioni di euro, 2,5 milioni in meno rispetto al trimestre precedente. A maggio il valore più alto , ovvero 4,4 milioni di euro.

Commenta su Facebook