Il mercato del gioco d’azzardo in Europa subirà un cao del 22% rispetto allo scorso anno a causa della pandemia da Coronavirus. E’ quanto emerge da uno studio presentato ieri nel corso di un incontro dei regolatori europei del gioco d’azzardo voluto dall’associazione europea degli operatori del gaming e del betting.

David Henwood di H2 Gambling Capital ha spiegato che, per  il 2020, H2 prevede un calo del 22% delle entrate totali del mercato del gioco d’azzardo dell’UE e un leggero aumento di quello online.

Alla riunione hanno partecipato le autorità di regolazione di 19 diversi paesi europei, che hanno fornito un aggiornamento sugli sviluppi legislativi rilevanti a livello dell’UE (tassa digitale, AML, e-ID, ecc.),