Come ampiamente noto gli unici casinò online che sono legali e autorizzati sono quelli posti sotto il controllo dell’AAMS, ovvero l’Azienda Autonoma Monopoli di Stato. Questa entità esiste fin dal 1920 e già all’epoca si occupava di monopolio, ma stavolta nel settore del sale e dei tabacchi lavorati. Essendo sopravvissuta a quasi un secolo di storia è facile immaginare che l’AAMS abbia subito nel corso del tempo diverse modifiche.

Nel tempo l’AAMS ha completamente abbandonato il discorso tabacchi per dedicarsi completamente al gioco d’azzardo. Già nel 1988 ha cominciato a gestire le lotterie nazionali che 6 anni dopo cominciarono ad offrire servizi istantanei sempre sotto l’egida di questo ente. Nel tempo si sono aggiunti nuovi giochi come il Bingo nel 2000 e tutte le altre competenze in materia di giochi pubblici.

Come ricordato anche dal sito CasinoPilota ad oggi l’AAMS svolge un ruolo cardine nel controllo del gioco d’azzardo illegale e per questo è la massima autorità per quanto riguarda videolottery, newslot, bingo, giochi di abilità e lotterie anche online. Il suo ruolo è quello di offrire una tutela ai consumatori soprattutto a coloro che si trovano in fasce deboli per garantire la legalità del gioco, ma anche dei messaggi pubblicitari che circolano sullo stesso.

Il gioco d’azzardo all’epoca di Internet

Oggi l’avvento di internet e la diffusione di metodi di pagamento da usare direttamente in rete ha aperto nuove strade pubblicitarie al gioco e, siccome in Italia esso è proibito nei luoghi pubblici, in rete c’è stata un forte proliferazione di casinò online. Mentre quelli fisici di contano sulle dita di una mano i casinò online sono presenti in numero enorme e sono molto apprezzati dai giocatori italiani.

Tuttavia, vista la forte espansione del fenomeno lo Stato interviene spesso per cercare di limitarlo e tenerlo sotto controllo, soprattutto fin dagli inizi del 2000 quando tutto questo è cominciato. Molti siti, soprattutto quelli sprovvisti di licenza regolare AAMS vengono oscurati dalla sera alla mattina allo scopo di tutelare i giocatori.

Solo nel 2011 è arrivata la legalizzazione dei giochi online, il giorno 18 luglio e così si è giunti al rilascio delle prime licenze rilasciate dall’AAMS. È così che oggi i luoghi di gioco online vengono chiamati casinò online AAMS.

La regolamentazione AAMS

Oggi per avere accesso a una licenza AAMS bisogna passare attraverso rigidi controlli. Non è per niente semplice riuscire ad avere i permessi a meno che non si applichi la massima trasparenza e si rispettino tutte le norme dettate dall’AAMS. Ci sono tutta una serie di requisiti che permettono alle aziende di garantire la legalità dei loro servizi e la tutela dei consumatori.

Tutti gli operatori presenti nella lista dei casinò AAMS tra le altre cose hanno l’obbligo di trasmettere a questo stesso ente tutte le informazioni in loro possesso sulle scommesse effettuate sul sito e anche i dati relativi a prelievi e depositi effettuati sui siti. Nonostante questi numeri siano protetti da privacy l’AAMS per esercitare le sue mansioni di controllo può avvalersi di tutti i dati che desidera.

Un altro aspetto importante in favore della protezione dei consumatori è che tutti i casinò legali devono vantare un servizio clienti impeccabile e ben funzionante. I servizi di assistenza devono essere di qualità perché il cliente ha diritto ad ottenere tutte le informazioni di cui necessita complete e in tempi brevi e anche alla risoluzione dei problemi tecnici alla bisogna.

Infine, ricordiamo che scegliere di giocare in un casinò online AAMS è l’unica opzione per divertirsi in modo legale e sicuro. Come abbiamo detto l’Azienda dei Monopoli infatti richiede una lunga serie di requisiti prima di poter rilasciare la licenza ad un operatore online, ma una volta data la concessione i controlli continuano in maniera regolare.