La polizia della provincia di Thanh Hoa, nel nord del Vietnam, ha scoperto una organizzazione di gioco online con transazioni per circa 4.000 miliardi di dong vietnamiti (170 milioni di dollari), arrestando nove persone.

Dopo aver eseguito gli arresti la polizia ha dato la caccia al capobanda, un trentenne  della provincia di Thanh Hoa, e ha sequestrato oltre 6 miliardi di dong vietnamiti (256.503 dollari USA) in conti bancari utilizzati per il gioco d’azzardo.

Attualmente, tutte le forme di gioco d’azzardo, comprese quelle sugli sport, ad esclusione del betting nei casinò con licenza governativa, sono illegali in Vietnam.

Secondo il codice penale del Paese, i giocatori che puntano 2 milioni di dong vietnamiti (85 dollari USA) o più e i bookmaker la cui rete di raccolta coinvolge almeno 10 persone commettono reati.