Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – L’influente American Gaming Association (AGA) ha unito le forze con i funzionari eletti e le forze dell’ordine per spingere l’eliminazione del divieto federale statunitense sulle scommesse sportive.

AGA scommette molto sulla coalizione che intende combattere il divieto delle scommesse sportive negli Stati Uniti, ha infatti collaborato con diversi funzionari eletti e politici locali e statali che sono a favore delle scommesse sportive. L’intento è quello di convincere il governo nazionale ad abrogare il Professional and Amateur Sports Protection Act (PASPA) in vigore da ormai 25 anni.

Il PASPA, emanato nel 1992, è il motivo per cui le scommesse sportive al di fuori degli Stati del Nevada, Delaware, Montana e Oregon sono illegali, inoltre il Nevada è l’unico di questi quattro Stati in cui è consentita la scommessa singola tradizionale.

Dopo molte consultazioni, AGA ha aderito alle varie richieste di abrogazione del PASPA, fornendo il proprio sostegno alla costituzione della nuova American Sports Betting Coalition (ASBC). Il presidente AGA, Geoff Freeman, ha dichiarato che il gruppo ritiene che “sia il momento giusto di abrogare” il PASPA.

“Questo gruppo dimostra che la volontà di legalizzare e regolare le scommesse sportive è ormai diffusa e la sua formazione è una componente fondamentale per spingere Washington ad agire”, ha dichiarato Freeman. “Questo gruppo composto da vari portatori di interesse è fondamentale per spingere l’azione legislativa di Washington, che è il primo pezzo del puzzle. Fermare il PASPA significa dare la possibilità agli Stati di decidere se vogliono avere le scommesse sportive o meno”.

Uno degli obiettivi dell’ASBC è quello di illuminare le parti interessate su ciò che accadrà se il governo deciderà di abrogare il PASPA. Citando l’ultima ricerca di Oxford Economics, Freeman ha sottolineato che la legalizzazione delle scommesse sportive negli Stati Uniti frenerebbe un mercato illegale stimato in 150 miliardi di dollari. Secondo il presidente AGA si creerebbero almeno 152.000 posti di lavoro, mentre l’industria genererebbe 26 miliardi di dollari di produzione economica con una stima di 5,3 miliardi di dollari di entrate fiscali.

La coalizione, secondo AGA, includerà anche un consiglio consultivo per l’applicazione della legge e funzionari statali e locali per sollecitare un input critico, in quanto tutte le parti interessate credono in questa soluzione. Nel frattempo il presidente del New Jersey, Chris Christie, ha espresso ottimismo, secondo lui la Corte Suprema degli Stati Uniti deciderà a favore della legalizzazione delle scommesse sportive. Lo stesso Christie ha predetto che le scommesse sportive saranno legali in tempo per il Super Bowl.

Commenta su Facebook