Il Segretario di Stato per il Turismo, del Ministero dell’Industria, del Commercio e del Turismo, ha pubblicato 8 guide igienico-sanitarie per la riapertura delle attività dopo il blocco per l’emergenza Covid-19.

Sono 8 protocolli per altrettanti sottosettori del turismo. Uno di questi riguarda il comparto dell’intrattenimento.

Per le attività di gioco si precisa che alcune condizioni “devono essere soddisfatte” . Tra questi,  “disinfettare periodicamente le macchine di erogazione e ricreative utilizzate dai clienti”  e, inoltre,  “avere una soluzione disinfettante in luoghi accessibili per l’uso del cliente e, almeno, all’ingresso dell’area di servizio (ad es. ristorante, area buffet) ” , specificando a questo proposito che  ” il personale dovrebbe sollecitare i clienti a disinfettarsi le mani prima di entrare ” .

Viene indicato inoltre che il pagamento con carta o altri mezzi elettronici dovrebbe essere  incoraggiato, preferibilmente senza contatto (carte, cellulari …) evitando, per quanto possibile, l’uso di denaro contante. Se ciò non è possibile, si consiglia di centralizzare gli incassi e con un qualche tipo di supporto (vassoio, bicchiere o simile) per evitare possibili contaminazioni ”,  oltre ad altri punti generali da rispettare, relativi a  “ garantire la distanza di sicurezza ”  O  ” controllare la capacità risultante dall’applicazione delle diverse misure di sicurezza e distanze (tra clienti ) ” .

Tutte le altre indicazioni, su protezione dei lavoratoi e dei clienti, come distanze di sicurezza e uso di dispositivi di protesione, sono mutuate dai protocolli di altre attività come bar e ristoranti.