L’anno scorso, Salamanca ha raccolto 8,67 milioni di euro dai giochi, la cifra più alta della provincia spagnola negli ultimi tre anni. Così, dopo due esercizi consecutivi al ribasso, il settore dei giochi ha registrato crescita raggiungendo il valore più alto dal 2015 e il 14% del totale raccolto in tutta la Comunità.

L‘aumento è dovuto alla maggiore raccolta ottenuta nelle sale da bingo, da 1,1 milioni nel 2017 a 1,60 milioni nell’ultimo esercizio del 2018. Tuttavia, nella Comunità nel suo insieme, i ricavi sono diminuiti da 8,79 milioni a 8,20 milioni, che rappresenta un calo del 6,7%.

Anche le slot machine hanno registrato crescita a Salamanca, secondo i dati forniti dalla Delegazione territoriale della Junta de Castilla y León, dai 6,9 milioni di euro raccolti nel 2017, sono stati 7 i milioni del 2018.

In Castilla y León, il settore dei giochi è composto da 540 aziende che generano oltre 2.000 posti di lavoro diretti e una raccolta che lo scorso anno ha superato i 62,31 milioni di euro. Tutto questo, grazie agli stabilimenti aperti nella Comunità, per un totale di 20 sale da bingo, 76 sale da gioco, tre casinò (Salamanca, León e Valladolid) e più di 15.000 bar autorizzati ad operare con le slot machine.