Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Il ‘grande fratello’ sulle slot per garantire sicurezza sul funzionamento delle slot. Il ministero delle Finanze della Polonia sta elaborando una nuovo provvedimento che introdurrà un “sistema di controllo audiovisivo sui giochi” e verrà introdotto in tutti i punti vendita autorizzati all’installazione di slot machine.

Si tratta di una misura rimasta fino ad ora sconosciuta e che, a quanto pare, non sembrava fosse stata inclusa tra gli interventi già programmati dal governo in materia di apparecchi da gioco.

Il nuovo decreto prevede che le sale slot in arrivo installino telecamere capaci di riprendere i giocatori nella fase di utilizzo delle slot e che poi vengono collegano in un sistema che può controllare le macchine stesse.

“Nel caso delle slot machine, le telecamere inquadreranno ogni slot machine in modo da permettere il controllo dei giochi eseguiti su queste macchine e il recupero dei risultati “, si precisa nel documento di relazione che accompagna la proposta di regolamento.

 

La nuova legge

La nuova legge che regolamenta il funzionamento delle slot machine in Polonia è entrata in vigore il 1 aprile 2017. Le norme introducono il monopolio statale sulle slot machine con l’obiettivo, come il governo sostiene, di contrastare il mercato illegale e di tutelare il giocatore. La legge consente la loro istallazione nei punti gestiti da una società statale. La legge prevede che l’attività “nell’ambito dei giochi di carte, dadi e slot machine possa essere effettuata dopo aver ottenuto una licenza di casinò .”

L’utilizzo e l’installazione di una slot senza la prevista autorizzazione può costare una sanzione di oltre 23.000 euro, vale a dire circa otto volte di più della multa prevista dalla precedente legge.

Le nuove disposizioni estendono anche la cerchia dei soggetti sanzionabili includendo, per la prima volta, anche i proprietari delle slot oltre che i titolari degli esercizi pubblici.

Il mercato illegale

Le sanzioni previste (e le condanne) per gioco d’azzardo illegale non scoraggiano quanti in Polonia decidono di fornire servizi di gioco pur senza autorizzazione statale. Tra i tanti interventi di sequestro di apparecchi della tipologia ‘slot’ sembra stia prendendo piede un’altra forma di gioco d’azzardo, quello esercitato attraverso del valigette del ‘poker’. Si tratta di apparecchi da gioco contenuti all’interno di valige di modeste dimensioni che vengono trasportate e messe in funzione ‘ a richiesta’ all’interno dei pubblici esercizi e per alcune ore della giornata (soprattutto nelle ore serali). Le giocate vengono effettuate attraverso il pagamento delle puntate e le vincite vengono corrisposte in denaro.

Commenta su Facebook