Per la terza volta slitta la nomina dei vertici dell’AGCOM. L’emergenza Coronavirus ha la priorità su qualsiasi altro atto.

Oggi l’ennesimo rinvio senza data alle votazioni in Parlamento per eleggere i membri delle authority. I vertici della authority sono scaduti nell’estate dello scorso anno, ma a quanto pare manca l’accordo per le nuove nomine. Il presidente della Camera, Roberto Fico il 27 febbraio scorso  ha proposto al presidente del Senato, Elisabetta Casellati, proprio la data del 5 marzo per l’elezione dei titolari della Autorità. Nessuna risposta e nessuna calendarizzazione nemmeno alla Camera. Intanto si avvicina la data del 31 marzo, nuova scadenza come da Milleproroghe.

In questa situazione nessuna nuova nemmeno per l’atteso protocollo d’intesa tra Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e l’AGCOM per lo svolgimento delle attività di vigilanza, previste dal Decreto Dignità, in materia di divieto di pubblicità sul gioco d’azzardo. A 18 mesi dall’approvazione della legge.