Germania. Dall’inizio del 2020 ad oggi, in meno di due settimane, sono state presentate 11 richieste per il rilascio di una autorizzazione a fornire servizi per la raccolta di scommesse sportive.

E’ quanto fa sapere in Peter Beuth, ministro degli interni dell’Assia. Le domande per essere autorizzati vanno infatti presentate alle autorità di questo Lander.

Il ministro Beuth, aveva già rivolto un invito agli operatori a regolarizzare la loro posizione lo scorso dicembre, visto che non era pervenuta nessuna richiesta.

Ora linvito pare sia stata raccolto e oltre alle undici domande per una licenza di scommesse sportive risultano sette annunci vincolanti per presentare i documenti di domanda con breve preavviso al Consiglio regionale di Darmstadt.

“Il processo di concessione delle scommesse sportive si sta avviando , in base allo stato attuale delle domande e degli annunci, abbiamo già indirizzato il mercato delle scommesse sportive dal mercato formalmente illegale a fornitori disposti a legalizzare il 75% dell’offerta. Questo è un buon segno per la protezione dei giocatori in Germania “, ha detto Beuth. L’Assia da anni fa una campagna per l’introduzione di una procedura di licenza per i fornitori di scommesse sportive. L’anno scorso è stata in grado di affermarsi insieme ad altri stati federali, cosicché si è deciso di introdurre una procedura di licenza per i fornitori di scommesse sportive attraverso il 3 ° Trattato di Stato sul gioco.

La protezione dei giocatori, la canalizzazione del mercato nero nel mercato legale e una severa applicazione sono gli obiettivi che il ministro degli interni dell’Assia sta perseguendo attraverso i negoziati per un nuovo trattato statale sui giochi a partire dall’estate del 2021. L’Assia vuole assicurarsi che la protezione del giocatore venga ampliata creando il blocco cross-game. Le offerte di casinò online devono essere legalizzate e approvate e monitorate dallo stato. Con strumenti di gioco innovativi e responsabili, i fornitori di giochi su Internet dovrebbero essere in grado di segnalare  e bloccare i giocatori problematici.

Secondo l’Assia, la supervisione nazionale di tutte le scommesse sportive e dei fornitori di casinò online dovrebbe assumere una nuova istituzione di diritto pubblico.

Il ministro degli interni ha sottolineato che si sono registrati progressi nei negoziati tra i paesi. Tuttavia, ha messo in guardia contro l’eccessiva regolamentazione, poiché ciò comporta sempre il rischio di riportare il giocatore nel mercato nero. “I paesi devono trovare insieme soluzioni che proteggano il giocatore ma allo stesso tempo rappresentino un regolamento che può essere attuato dal fornitore ”, ha affermato il Ministro degli Interni dell’Assia.