Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Tra le tante scadenze a cui sono tenuti gli operatori di apparecchi da intrattenimento c’è anche quella che riguarda gli apparecchi cambia-gettoni in materia di trasmissione dei corrispettivi delle vending machine non dotate di una porta di comunicazione che permetta la trasmissione digitale ad un dispositivo che possa a sua volta trasmetterli all’Agenzia delle entrate

Di cosa si tratta

Lo scorso 30 marzo è stato pubblicato dall’Agenzia delle entrate il provvedimento prot. 61963, che regolamenta la trasmissione dei corrispettivi delle vending machine non dotate di una porta di comunicazione che permetta la trasmissione digitale ad un dispositivo che possa a sua volta trasmetterli all’Agenzia delle entrate.

Questo tipo di apparecchi è presente in molte strutture oltre che in sale giochi, parchi giochi cittadini che si avvalgono di gettoni o tessere prepagate, con apparecchi per la somministrazione di cibi e bevande o di gadget e oggettistica.

Si tratta in particolare dei distributori automatici meno evoluti,, non predisposti per trasferire digitalmente i dati ad un dispositivo che possa poi inviarli all’Agenzia delle entrate, ma dotati tuttavia di una scheda interna che registra i dati di vendita.  Dal 1 aprile 2017, infatti, i distributori vending machine più sofisticati sono tenuti alla memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi, ai sensi della legge 1 dicembre 2016, n. 225.

Il provvedimento che, al punto 1.0.4, evidenzia che “1.4 Rientrano nella definizione di vending machine di cui al punto 1.1 anche gli apparecchi che erogano indirettamente prodotti e servizi agli utenti finali (come, ad esempio, il distributore che eroga, previo pagamento, gettoni o schede elettroniche da inserire in altre macchine per usufruire del prodotto o del servizio).”.

Vale a dire che la disposizione non vale per i cambia monete, o i distributori automatici meccanici, che sono esoneratima per i cambia gettoni, che rientrano nel campo di applicazione del provvedimento se dotati di “b) un sistema elettronico (cd. “sistema master”) costituito, generalmente ma non esclusivamente, da una o più schede elettroniche dotate di processore con memoria, capace di memorizzare e processare dati al fine di erogare il bene o il servizio selezionato dall’utente finale”.

Attenzione quindi a questo adempimento previsto entro il 1 gennaio 2018 .

 

 

Commenta su Facebook