La Gambling Commission ha pubblicato ulteriori dati che mostrano come il comportamento del gioco d’azzardo online stia reagendo all’allentamento delle misure di blocco in Gran Bretagna. I dati dell’operatore riflettono il periodo compreso tra marzo 2020 e luglio 2021, inclusi, e coprono i dati dell’operatore online. Non è consigliabile effettuare confronti anno su anno tra i mesi del 2020 e i mesi del 2021, a causa delle diverse circostanze operative del 2020 e del 2021.

Questo aggiornamento contiene i dati dell’operatore di luglio. Gli ultimi dati degli operatori online per luglio 2021 mostrano: l’attività complessiva del mercato online è rimasta relativamente stabile a luglio. I giocatori attivi sono rimasti stabili mentre le scommesse sono aumentate del 5% e il rendimento lordo di gioco (GGY) è diminuito dell’8%; per le slot il rendimento lordo di gioco è aumentato del 4% a £ 187 milioni durante il periodo da giugno a luglio. Il numero di ‘giri’ è aumentato del 6% mentre i giocatori attivi sono aumentati dell’1% il numero di sessioni di slot online di durata superiore all’ora è aumentato del 4% (oltre 2,4 milioni). La durata media delle sessioni è rimasta stabile a 19 minuti, con quasi l’8% di tutte le sessioni di durata superiore a un’ora.

“Riconosciamo che il paese sta ora entrando in una fase diversa mentre continuiamo a uscire dal lockdown. Continuiamo ad aspettarci una maggiore vigilanza da parte degli operatori poiché i consumatori sono influenzati in modi diversi dalle circostanze. Molte persone si sentiranno ancora vulnerabili a causa della durata del periodo di pandemia e dell’ulteriore incertezza sulle loro circostanze personali o finanziarie.

È probabile che durante il lockdown alcuni abbiano acquisito nuove routine e abitudini di gioco che potrebbero essere difficili da cambiare quando le cose torneranno alla normalità, anche se la normale spesa per altre cose riprenderà. Questo potrebbe essere difficile per alcuni e importante per gli operatori da identificare attraverso il loro monitoraggio.

Sappiamo che alcuni consumatori, come i giocatori d’azzardo molto impegnati che giocano a una gamma di prodotti, è probabile che spendano più tempo e denaro nel gioco d’azzardo e con eventi sportivi di alto livello che si svolgono durante l’estate ci sono più opportunità per i clienti di scommesse di giocare. Ciò è rilevante per il set di dati di luglio riportato in quanto copre la seconda metà del torneo Euro 2020 e rimane rilevante nei mesi futuri con la ripartenza della Premier League.

Ci aspettiamo che gli operatori: continuino a seguire le linee guida rafforzate emesse durante il primo lockdown, interessandosi da vicino ai dati che mostrano che i consumatori ampliano il proprio portafoglio di giochi e spendono più tempo o denaro rispetto a prima; interagiscano direttamente dove vengono raggiunti i trigger, oltre al loro coinvolgimento e-mail più generico per evitare ogni tentazione di sfruttare la situazione attuale per scopi di marketing, in particolare con l’allentamento del lockdown ed essere molto cauti quando si cerca di vendere prodotti in modo incrociato; prestino particolare attenzione quando si imbarcano nuovi clienti e si prendono decisioni sui controlli di accessibilità che riflettono l’ambiente in cui ci troviamo.

La Commissione continua a monitorare il rischio correlato al COVID-19: valutando l’impatto delle linee guida rafforzate impartite agli operatori; monitorando i dati chiave e raccogliendo e pubblicando questi dati aggiuntivi; sostenendo l’industria mentre i locali a terra continuano ad aprirsi; laddove le prove identifichino ulteriori rischi affrontati dai consumatori, intraprendendo ulteriori azioni per proteggere i consumatori.

La Commissione continuerà a: adottare misure per rafforzare in modo permanente i requisiti normativi, comprendendo modifiche agli standard tecnici remoti (RTS) e alle condizioni di licenza e ai codici di condotta (LCCP) per proteggere i consumatori, come abbiamo fatto nell’ultimo anno su tecnologia pubblicitaria, progettazione di giochi e programmi per i clienti di alto valore; monitorare gli operatori molto da vicino e condurre le nostre valutazioni di conformità”.