AGCOM sta valutando segnalazioni pervenute in merito al divieto di pubblicità al gioco d’azzardo. A distanza di poche settimane dall’annuncio della sanzione milionaria contestata a Youtube per i video postati e che sarebbero, in base alle contestazioni, pubblicità a offerte di gioco d’azzardo, l’autorità sarebbe impegnata ad esaminare altre situzioni che potrebbero rappresentare una violazione della norma approvata con il Decreto Dignità.

In questi giorni, vista la scadenza dei 30 giorni previsti, l’autorità sta verificando l’ottemperenza al versamento della sanzione di 700 mila euro al titolare di un sito web per la violazione delle disposizioni in materia di pubblictà, così come nei confronti di Google.

Articolo precedenteAcri (CS), svolto l’incontro-dibattito “Non è solo un gioco, la ludopatia una nuova forma di dipendenza”
Articolo successivoPiove di Sacco (PD), raffica di sanzioni per mancato rispetto limiti orari slot