Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Con l’entrata in vigore, il 1 ° gennaio 2018, della legge che riforma lo status di Parigi città metropolitana, la capitale sarà nelle condizioni di salutare, nelle prossime settimane, il debutto dei club del gioco, in sostituzione dei circoli costretti alla chiusura. Si potrà giocare a poker ma sono bandite le attività di gioco più popolari come le slot.  Raineau, Tranchant e Partouche sono le società che fino ad ora hanno depositato la richiesta per una autorizzazione, Barrière, la società di casinò numero uno francese è solo “interessato”. Barriere insomma non ha la necessità di fare in fretta visto che questi piccoli club parigini non saranno in grado di competere con il casinò Enghien, l’unico casinò esistente in un raggio di 100 chilometri intorno a Parigi. A differenza dei circoli di gioco del passato i club dovranno aprire come una “società commerciale”, garantire la tracciabilità dei fondi e avere un revisore dei conti. Si potrà giocare a poker, baccarat o mahjong, ma niente blackjack e roulette.

Commenta su Facebook