Harald Neumann, CEO del Gruppo Novomatic ha aperto oggi, a Monaco, i lavori della Conferenza d’autunno dell’IMGL, associazione no-profit che riunisce esperti del gioco d’azzardo.

Una due giorni dedicata al gioco d’azzardo quella che si è aperta oggi a Monaco, organizzata da IMGL. Dopo il discorso di apertura tenuto da, Harald Neumann, CEO del Gruppo Novomatic, che ha ricordato l’importanza di eventi come questo, la prima sessione di lavori dedicata al punto di vista del regolatore sul regolamento del gioco d’azzardo. Qual è il modo migliore per incanalare la domanda di gioco d’azzardo? Tra i regolatori è raro trovare qualcuno che non sia d’accordo sul fatto che il gioco illegale rappresenti un danno  per i giocatori e la società. Ma quando si tratta di regolare la diversità del gioco d’azzardo entrano in gioco e si possono trovare modelli legislativi molto diversi in tutto il mondo. Una occasione per ripercorrere le scelte politiche di Spagna, Norvegia e Africa – e capire se si sono effettivamente rivelati vincenti. Tra i relatori Birgitte Sand, direttore di Spillemyndigheden,
Gunn Merete Paulsen, direttore generale dell’Autorità norvegese per il gioco. Si è parlato anche di tecnologia. La tecnologia guida l’industria – e la tecnologia avanza rapidamente. I protagonisti del mercato devono identificare le opportunità, le tendenze e i nuovi mercati fin dalle prime fasi e posizionare le loro aziende con successo. Quindi cosa ci aspetta nei prossimi due anni? A che punto siamo oggi e quali sono le sfide per i decisori? I relatori sono stati Harald Neumann, CEO, Novomatic AG, Dr. Dirk Quermann, CEO, Merkur Media GmbH, Ian Ince, Responsabile globale degli affari regolatori e conformità, Playtech , Eric Olders, CEO, JVH Gaming. Gli aspetti positivi e negativi della TV dei mass media per l’industria del gioco d’azzardo in un pannel dedicato ai giochi in Tv. La TV è stata un mezzo difficile per i giochi. Internet offre interattività più rapida ed economica e meno regolamentazione. La TV può supportare meglio i giochi online attraverso contenuti pubblicitari e editoriali che mostrano i giochi in una luce positiva? Le opportunità di licenze in Europa centro-orientale in una sessione dei lavori a cui hanno partecipato Jaka Repansek, Fondatore, RePublis, Slovenia, Marek Smrha, Gestore degli investimenti, Penta Investments, Repubblica Ceca,Jan Rehola, Avvocato presso Petroš Sedláčková legale, Repubblica Ceca
Marcin Wierzbicki, Partner, Konieczny, Wierzbicki Kancelaria Radców Prawnych Spółka Partnerska, Polonia e Maksym Liashko, General Counsel, Pari Match, Ucraina. La normativa sul gioco d’azzardo nella regione dell’Europa centrale e orientale è in costante sviluppo e offre interessanti opportunità commerciali per l’industria del gioco d’azzardo. Tuttavia, il panorama politico è piuttosto instabile e in alcuni casi addirittura ostile nei confronti del settore del gioco d’azzardo. Particolarmente partecipato il pannel dedicato al mercato sud-americano. Lentamente la regione latinoamericana sta per adottare nuove regole sul gioco d’azzardo. Dopo l’approvazione della misura provvisoria 846/2018 al fine di autorizzare un futuro regolamento sulle scommesse sportive, il Brasile ha recentemente avviato una consultazione pubblica al fine di ricevere contributi del settore su come costruire il proprio sistema normativo. Nel frattempo, la Provincia di Buenos Aires, in Argentina, approverà presto l’elenco delle 7 società che avranno il diritto di eseguire operazioni di gioco d’azzardo online entro i confini della provincia. Ne hanno parlato Luiz Felipe Maia, Partner, FYMSA Advogados, Brasile, Tomas Garcia Botta, Partner, Masot & Frettes Abogados, Buenos Aires
e Francesco Rodano, Chief Policy Officer, Playtech. Responsabilità fiscale e nuove tendenze nella tassazione del gioco d’azzardo in Europa il tema di una sessione nella quale si è evidenziato che mentre il contesto normativo per il gioco d’azzardo è soggetto a continui cambiamenti nazionali e internazionali, sembra che la legislazione fiscale segua principi e obiettivi diversi. Il panel ha discusso  degli attuali sviluppi fiscali in Europa affrontando la questione di una ragionevole tassazione delle attività di gioco d’azzardo.