Print Friendly, PDF & Email

(Jamma)  Abbiamo incontrato Luca Serafin, amministratore della Luca Srl, azienda attiva da moltissimo tempo nel settore e oggi fra i leader del mercato italiano ed europeo.

Signor Serafin, cosa fa della Luca Srl oggi un’azienda leader di mercato?

Credo dipenda dalla giusta coniugazione fra tradizione ed innovazione. Il settore dei distributori e giochi automatici è ancora fortemente legato alla tradizione. I genitori di oggi sono ancora i bambini di ieri e i nostri apparecchi mirano prima di tutto a risvegliare un certo sapore della vecchia tradizione. Al tempo stesso cerchiamo di apportare le giuste innovazioni tecnologiche per stare al passo con i tempi”

E come fate?

Lavoriamo molto in ricerca e sviluppo, cerchiamo di catturare i gusti e le esigenze mutevoli del pubblico. Curiamo il design dei nostri prodotti e stiamo molto attenti alle novità del mondo dei giochi in generale”

Tutelate i vostri prodotti?

Sì, con brevetti, registrazioni di design, marchi e diritto d’autore.

Diritto d’autore?

Anche. Tutti i cataloghi promozionali, le brochure ed i volantini che creiamo sono molto originali e come tali coperti da diritto d’autore.

Siete molto copiati?

Be’, sì. Siamo sempre stati dei pionieri nel settore, per cui mettiamo in conto che la concorrenza prenda spunto da quanto facciamo. Il problema sorge quando si oltrepassano i limiti, quando vengono copiati brevetti, modelli di design o gli stessi cataloghi.

Vi copiano anche i cataloghi?

Sì, ci sono concorrenti che ci hanno copiato tali e quali cataloghi e brochure promozionali, usando esattamente le stesse foto e le medesime scelte grafiche.

Che fate in questi casi?

Ci tuteliamo. Diffide legali e, se la condotta non si arresta, proseguiamo in tribunale. Ispirarsi può anche andar bene, ma non è tollerabile copiare ed oltrepassare i limiti di legge.

Commenta su Facebook