LeoVegas ha pubblicato la relazione trimestrale 1 luglio – 30 settembre 2021. I ricavi sono aumentati del 12% a 99,4 milioni di euro (88,9). La crescita organica in valute locali è stata dell’8%. Escludendo la Germania, la crescita è stata positiva del 31%. L’EBITDA è stato di 11,5 milioni di euro (11,9), corrispondente a un margine EBITDA dell’11,6% (13,4%). Il numero dei clienti depositanti è stato di 469.721 (438.691), con un incremento del 7%. L’utile per azione rettificato è stato di 0,07 EUR (0,08).

Nel trimestre LeoVegas ha riacquistato azioni per 2,5 milioni di euro e ha distribuito agli azionisti della Capogruppo il secondo dividendo (3,9 milioni di euro) di un totale di quattro dividendi trimestrali. LeoVegas ha ampliato la sua emissione obbligazionaria esistente di SEK per 200 milioni. Ha lanciato una nuova funzionalità basata sull’intelligenza artificiale per aumentare gli sforzi del Gruppo in materia di gioco responsabile. I clienti nel Regno Unito sono stati i primi a ricevere messaggi integrati nel prodotto e personalizzati in base ai propri comportamenti e alla propria storia di gioco. A seguito dei recenti cambiamenti di politica nei Paesi Bassi, LeoVegas ha deciso di interrompere la fornitura dei propri servizi nel Paese a partire dal 30 settembre 2021. I Paesi Bassi hanno rappresentato il 6% del fatturato totale del Gruppo durante il terzo trimestre, con una redditività più elevata rispetto alla media del Gruppo. LeoVegas richiederà una licenza nei Paesi Bassi durante il quarto trimestre.

Successivamente alla chiusura del trimestre i ricavi preliminari ad ottobre sono stati pari a 31,1 milioni di euro (32,8), corrispondenti a una crescita negativa del 5%. Escludendo Germania e Paesi Bassi, le entrate sono aumentate del 21%. Il margine delle scommesse sportive è stato anormalmente basso in ottobre, il che ha avuto un impatto negativo sui ricavi, mentre l’attività sottostante dei clienti è rimasta forte. Il governo svedese ha confermato che le restrizioni per i casinò online rimarranno in vigore fino al 14 novembre 2021 e non saranno successivamente estese.

Di seguito il commento di Gustaf Hagman, Ceo del gruppo: “Siamo soddisfatti della nostra performance durante il terzo trimestre, abbiamo aumentato le nostre entrate del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Escludendo la Germania, che è stata drammaticamente colpita dalla riregolamentazione in corso, i ricavi consolidati sono aumentati del 31%. Tutti i mercati chiave hanno registrato buoni risultati durante il trimestre, dove il nostro mercato interno in Svezia è stato la stella più brillante. La favorevole crescita dei ricavi per il Gruppo conferma che la strategia di espansione contemporanea su più mercati e di rilancio del marchio Expekt è stata un successo. L’azienda oggi è più diversificata che mai e siamo riusciti a compensare il forte calo delle entrate in Germania. Durante il trimestre abbiamo realizzato un utile operativo stabile rispetto a un anno fa, nonostante un forte aumento delle tasse sui giochi pagati e maggiori investimenti di marketing in relazione ai ricavi rispetto a un anno fa. Di pari passo con la crescita dei ricavi, si prevede che la quota degli investimenti di marketing diminuirà gradualmente rispetto ai livelli attuali. Allo stesso tempo, abbiamo continuato a investire in prodotti e tecnologie in vista delle prossime espansioni del mercato, incluso il prossimo lancio negli Stati Uniti. Stiamo assistendo a una certa normalizzazione dei costi di ufficio e di viaggio poiché si spera che la pandemia si stia avvicinando alla fine, mentre il controllo generale dei costi nel Gruppo continua a essere buono. Tutto sommato, ci aspettiamo, attraverso le economie di scala fornite da una base di entrate più ampia, di essere in grado di fornire una buona crescita degli utili in futuro.

La Svezia ha avuto un buon trimestre in cui sia i ricavi che la base clienti hanno raggiunto nuovi livelli record. L’acquisizione di Expekt ha superato le nostre aspettative e la forte crescita dal suo rilancio a fine maggio conferma che il profilo sportivo del marchio è apprezzato dai clienti. Anche il marchio LeoVegas ha ottenuto buoni risultati, il che mostra la potenza di marchi noti combinati con un prodotto competitivo. È positivo che l’azienda possa mostrare ottime prestazioni in uno dei mercati di gioco più competitivi e rigorosamente regolamentati del mondo. Altri mercati che hanno registrato performance particolarmente positive durante il trimestre includono Italia, Spagna e Canada, tutti cresciuti tra il 40% e il 70% durante il terzo trimestre.

Si tratta di un intenso periodo di riregolamentazione con l’attuazione simultanea delle normative locali nei Paesi Bassi, in Germania e nella provincia canadese dell’Ontario. Il lavoro di preparazione interna sta andando a pieno regime per prepararci alle nuove normative. Parallelamente stiamo conducendo lavori di sviluppo per adattare la nostra piattaforma tecnica proprietaria prima della nostra espansione negli Stati Uniti il ​​prossimo anno. I processi di riregolamentazione possono essere turbolenti e arbitrari. Tale è stato il caso dei Paesi Bassi, quando le autorità hanno cambiato le loro politiche con breve preavviso alla fine di settembre, comportando che tutti gli operatori di gioco a cui non era stata ancora concessa una licenza di gioco sono stati costretti a smettere di fornire i loro servizi nel paese. Le vendite e gli utili della società saranno quindi influenzati negativamente a partire dal mese di ottobre. I Paesi Bassi hanno rappresentato il 6% dei ricavi totali del Gruppo nel terzo trimestre, con una redditività superiore alla media del Gruppo. LeoVegas richiederà una licenza nei Paesi Bassi entro la fine dell’anno. L’evoluzione del mercato, con numerosi processi di riregolamentazione in corso e numerosi mercati regolamentati che stanno attuando nuove leggi e nuove interpretazioni dei regolamenti, stanno creando una situazione attuale un po’ turbolenta e difficile da navigare nel settore dei giochi. Tuttavia, man mano che le condizioni si chiariranno, abbiamo una visione fermamente positiva delle prospettive, poiché i mercati regolamentati creano un ambiente più sostenibile in cui lavorare, mentre il potenziale di crescita a lungo termine nel segmento online del settore è enorme. Il nuovo contesto normativo favorisce operatori affermati e ben investiti come LeoVegas con prodotti competitivi, marchi noti e focus sul gioco responsabile.

I ricavi del mese di ottobre ammontano a 31,1 milioni di euro (32,8), con una crescita negativa del 5%. Escludendo Germania e Paesi Bassi, le entrate sono aumentate del 21%. Il margine delle scommesse sportive è stato anormalmente basso in ottobre, il che ha avuto un impatto negativo sui ricavi, mentre l’attività dei clienti sottostante è rimasta solida.