L’industria degli Esport ha prosperato con centinaia di milioni di persone in tutto il mondo che seguono i giochi competitivi. Le scommesse sugli Esport e il gioco d’azzardo sportivo si sono mescolati bene negli ultimi anni. L’aumento dell’importanza e dei suoi effetti positivi è stato accolto con favore dai bookmaker. Le quote sportive e le quote Esport sono ora presenti in molti degli stessi siti, con una buona parte dei bookmaker sportivi esclusivamente focalizzati su di quest’ultimi.

Porsi la domanda: “Le scommesse su Esport possono superare quelle sportive tradizionali?” è inevitabile a questo punto. Se è vero che gli Esport hanno guadagnato molto pubblico in breve tempo, le scommesse sui videogiochi devono ancora crescere rispetto ai volumi di scommessa generati dagli sport tradizionali. Diamo un’occhiata a come colmare il divario su sport come il calcio e quanto tempo ci vuole affinché gli Esport possano conquistare più quote di mercato nel betting.

Crescita degli Esport negli ultimi anni

In poche parole, il verticale Esport ha goduto di un successo strabiliante. È cresciuto in popolarità con oltre il 20% su base annua, secondo Newzoo Global Esports Market Report. Il numero di spettatori aumenta ogni anno, il blocco COVID del 2020 e le sospensioni sportive sono state una spinta importante per la crescita.

La ricerca mostra infatti che il pubblico globale degli Esport è passato da 442 milioni nel 2019 a 495 milioni entro la fine del 2020. Gli appassionati di Esport rappresentano 222,9 milioni di questo numero, in aumento di 25 milioni su base annua. Con un tasso di crescita annuo composto (2018-2023) pari a +11,3%, aumenteranno di 295,4 milioni. Questo indica che il pubblico chiave nel 2023 potrebbe quasi raddoppiare dopo un periodo di sei anni, infatti il pubblico del 2017 si è attestato a 330 milioni.

E mentre il gioco competitivo continua a crescere nella cultura popolare, gli investitori globali, i marchi, i media, i consumatori e le società di scommesse stanno prestando molta attenzione al fenomeno. La migliore visibilità e l’aumento della popolarità globale hanno reso il prodotto una risorsa preziosa per i bookmaker.

Effetto della crisi sanitaria sulle scommesse sportive

Gli eventi del 2020 hanno spinto il mondo in una crisi che colpisce tutti i tipi di industria. Detto questo, l’anno scorso è stato particolarmente strano per l’industria del gioco d’azzardo, con l’impatto del COVID-19 sulle scommesse sportive a causa di eventi sportivi cancellati in tutto il mondo. Per ridurre gli effetti negativi della pandemia, l’industria del gioco d’azzardo ha puntato molto sugli Esport. Le circostanze insolite hanno creato l’opportunità per gli Esport di raggiungere un nuovo pubblico che altrimenti non avrebbero potuto raggiungere. Alla fine si è scoperto che gli Esport potrebbero essere una soluzione all’emergenza e i numeri hanno iniziato a confermarlo.

La pandemia ha accelerato le scommesse sugli Esport e la crescita è sostenuta anche dopo il ritorno di eventi sportivi tradizionali.

Gli esport hanno abbastanza potenziale per superare gli sport tradizionali nel gioco d’azzardo?

L’aumento delle scommesse su Esport, in particolare la crescita su base annua, è stellare. Tuttavia, c’è ancora molta strada da fare per raggiungere le scommesse sugli sport tradizionali. I fatturati sono ancora molte volte inferiori ai primi 10 sport tradizionali e anche la dimensione media della scommessa è bassa, varia tra i 20 € i 30 €.

Sport e scommesse ci sono stati fin dai tempi più antichi, un fatto che gli Esport non possono vantare. Il prodotto di scommesse Esport non è ancora molto sviluppato rispetto a quello degli sport tradizionali. Fino a pochi anni fa non c’erano molte opzioni disponibili in termini di offerta di mercato. Per non parlare dell’attività delle scommesse dal vivo, che è stato di circa il 20-30% del tempo disponibile.

Grazie alla pandemia, gli appassionati di Esport ora godono di una copertura più ampia per le scommesse di Esport, sono disponibili in più mercati e c’è quasi il 90% del tempo di gara in cui sono possibili attività dal vivo. Ci sono più di 40.000 eventi su 15 titoli ora disponibili per le scommesse, il confronto delle quote e i punteggi in diretta sono riportati su Oddspedia.com. Tali sviluppi aiuteranno il prodotto Esport a raggiungere la loro concorrenza storicamente ottimizzata.

Uno dei maggiori punti di forza che entra in gioco per gli Esport è la demografia. Gli sport tradizionali attirano una vasta gamma di giocatori d’azzardo giovani e anziani, con un’età media di 47 anni. Gli Esport, invece, hanno una giovane base di fan con un’età media di 27 anni. Gli adulti di età compresa tra i 18 e i 25 anni hanno molte più probabilità di seguire gli Esport piuttosto che gli sport tradizionali, e questo sarà un dato di fatto anche per le generazioni più giovani. Questi appassionati di giochi e soprattutto la fetta più giovane di giocatori aumenteranno il fatturato delle scommesse sugli Esport quando raggiungeranno l’età per scommettere.

Questo è l’argomento contro le scommesse sportive tradizionali. Non è uno sprint, è una maratona, si tratta della lunga corsa. Con il settore degli Esport in costante crescita, il settore del gioco d’azzardo deve concentrarsi sui miglioramenti della sua offerta di scommesse sugli Esport per goderne appieno dei vantaggi.

Conclusione

Gli sport tradizionali di alto livello portano ancora il maggior numero di entrate e battono nei numeri le scommesse sugli Esport con un ampio margine. Non c’è motivo di credere che i bookmaker non continueranno a fare affidamento su di loro per il prossimo futuro.

In sintesi, in questo momento, il valore delle scommesse su Esport potrebbe non essere molto grande. Ma come suggeriscono i dati, gli Esport sono un’industria in rapida crescita che finora non ha mostrato segni di rallentamento. Negli ultimi anni, i videogiochi sono cresciuti in modo significativo in termini di spettatori e di ricavi. Se mantengono la crescita a questo ritmo, possono raggiungere gli sport tradizionali in molti modi. Ciò include la possibilità di eguagliare i volumi di scommesse e ricavi già alla fine di questo decennio.