Print Friendly, PDF & Email

Si chiude alla grande il 60° anno di attività di uno dei maggiori gruppo europei del gaming. Nel 2017 il Gauselmann Group ha registrato un incremento del fatturato del 15,8% nel 60 ° anniversario del 2017, pari a € 2,93 miliardi.

Questi risultati, fa sapere il gruppo in occasione della presentazione dell’ultimo bilancio, hanno una maggiori valenza se si considera la difficile situazione del mercato interno di Gauselmann. Il presidente Paul Gauselmann ha affermato nel rapporto che “gli sforzi assolutamente sproporzionati per intensificare la regolamentazione del mercato delle sale giochi in Germania” continuano ad essere un problema per l’industria.

Una decisione della Corte federale dalla metà del 2017 ha fatto sì che le severe restrizioni legali imposte al settore dagli stati tedeschi fossero confermate e che molte sale fossero costrette a chiudere.

Il mercato internazionale è stato fondamentale per garantire il successo della società , oltre ad altri fattori tra cui il contenuto dei giochi prodotti dall’azienda attraverso i suoi 16 studi di progettazione.

Molto bene la filiale britannica Blueprint e il suo successo nella produzione e vendita di giochi per l’online. Questo ha permesso alle vendite dal mercato internazionale di superare per la prima volta quelle del mercato domestico.

Gli investimenti sono stati pari a 229 milioni di euro nell’anno, molti dei quali hanno riguardato l’acquisizione di 120 sale in Serbia e gli uffici di scommesse sportive in Germania.

La sfida principale per il gruppo di quest’anno sarà l’introduzione della nuova direttiva tecnica tedesca (TD) 5.0 che trasformerà tutte le macchine da gioco. Il gruppo Gauselmann ha sviluppato una linea completamente nuova per rispondere a questa sfida.

Commenta su Facebook