Con 165 voti a favore e 122 contrari, il progetto di legge “Investire in Grecia e altre disposizioni” è stato approvato dal Parlamento greco in seduta plenaria.

Al via le nuove norme sul gioco d’azzardo. Non senza critiche da parte dei partiti di opposizione. Il presidente di SYRIZA, Alexis Tsipras, ha dichiarato che ogni articolo del disegno di legge è un favore agli amici, clienti e sponsor del governo. “Il disegno di legge rimarrà nella storia sia per le modifiche arretrate che per quelle carismatiche”, ha anche affermato Alexis Tsipras.

Per il KINAL il disegno di legge perché non soddisfa i bisogni del Paese e non crea lo slancio per superare la crisi. Al contrario “serve a rafforzano i pochi e i potenti, a spese dei molti e dei deboli, a spese dei lavoratori, dei piccoli e dei medi, della maggioranza dei greci”.

Dimitris Koutsoumbas ha sottolineato che il disegno di legge è adattato alla logica del capitale, che il governo sta servendo fedelmente. “Tutto ciò che è utile per il grande capitale è anche legale per il governo”, ha detto.

Kyriakos Velopoulos ha fatto riferimento alla moltitudine di emendamenti dell’ultimo minuto che hanno rivelato, come ha osservato, una mancanza di preparazione e una mancanza di interesse. Kriton Arsenis ha sottolineato che il disegno di legge include regali a pochi gruppi con specifici interessi “per costruire senza permessi ambientali, acquistare canali in modo anonimo, costruire su siti antichi, costruire grattacieli ovunque, assumere lavoratori non qualificati e avere un sacco di giochi d’azzardo online “.

Le norme sul gioco d’azzardo.

Il provvedimento prevede due tipi di licenze di gioco online. Uno riguarda le scommesse e l’altro riguarda il gioco d’azzardo online.

La concessione è fissata a tre milioni di euro per la scommessa e due milioni di euro per gli altri giochi e la validità di entrambe le licenze è di sette anni. Le licenze possono essere rinnovate per altri sette anni ad un prezzo pari all’originale. È possibile pagare il prezzo in rate annuali.

Tra i giochi online il provvedimento prevede che siano incluse le  “slot”, ovvero i giochi basati un generatore di numeri casuali.

Questi giochi sono di gran lunga i più popolari in quanto rappresentano oltre il 50% del fatturato del gioco d’azzardo online. Questo era anche il motivo per cui la maggior parte delle aziende aveva espresso la propria insoddisfazione quando il governo precedente aveva vietato le slot su Internet pensando ad una regolamentazione del mercato.

I prossimi passi

Al fine di concedere le licenze alle società interessate, il comitato di supervisione e controllo del gioco dovrà preparare il regolamento di mercato e presentarlo alla Commissione europea responsabile dell’approvazione.

Secondo quanto riferito, il regolamento sarà pronto per Bruxelles a novembre, con il completamento previsto del processo entro il primo trimestre del 2020.

Quando il regolamento sarà approvato dalla Commissione, le società interessate ad ottenere una licenza dovrebbero rivolgersi all’ente regolatore. La mancata adozione di una decisione della Commissione entro due mesi costituirà un tacito rigetto della domanda.