Print Friendly, PDF & Email

Grecia. Nel 2017 lo Stato greco ha incassato oltre 750 milioni di euro dalle mposte sulle attività di gioco. Una voce in crescita su cui si focalizza l’attenzione di Atene considerando le dimensioni del mercato illegale stimato in oltre 1,5 miliardi di euro.

Come affermato dal ministro della Giustizia Michael Kalogerou durante l’evento scientifico organizzato a Salonicco sul tema del “trattamento penale del gioco d’azzardo”, l’iniziativa promossa dal Ministero delle Finanze va verso una modifica della legge 4002/11 e una modernizzazione della legislazione in materia di gioco online.

Il presidente della Commissione sul gioco d’azzardo, l’ente di regolamentazione greco, Evangelos Karagrigorou ha fatto riferimento al lavoro normativo dell’istituzione. Ha detto che entro il 2019 sarà completato il lavoro legislativo che apre la strada al rilascio delle licenze alle società che operano sul mercato del gioco d’azzardo online. Secondo i dati presentati, nel triennio 2013-2016, sono stati identificati 600 siti di scommesse illegali, mentre oggi ci sono 2.700 siti web nella “lista nera” dell’Autorità Amministrativa Indipendente. Alcuni di loro, creando una pagina nuova o simile, hanno continuato la loro azione senza perdere la loro clientela, ha spiegato il procuratore della Corte d’appello, Virginia Sakellaropoulou.

 

Commenta su Facebook