Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Poco meno della metà delle giocate al Gratta E Vinci online proviene dal Sud Italia e dalle Isole, appena il 17% dall’area Nord Est. E’ uno degli elementi che emergono da una recente indagine sulla versione online del GeV gestito dal Lottomatica.

Attraverso i dati relativi alla ‘territorialità’ delle giocate è emerso che il 21% dei giocatori risiede  nel Centro Italia, il restante 20% nel Nord Est.

L’indagine consente di delineare anche un piccolo identikit del giocatore che, nel 73% dei casi è di sesso maschile e non proprio giovanissimo.

Contrariamente a quello che spesso viene detto a proposito dell’accesso alle offerte di gioco online da parte dei giovani, il Grattae Vinci online è un segmento di gioco a cui partecipa per lo più il giocatore con più di 35 anni. Per la precisione il 13% degli utenti hanno un’età compresa tra 18 e 24 anni, il 25% tra i 25 e i 34 anni, il 29% è di età compresa tra 35 e 44 anni e il 33% ha più di 44 anni.

Il numero di giocatori online è insomma sensibilmente inferiore al numero di giocatori del tradizionale biglietto cartaceo anche per mancanza di confidenza con l’esperienza digitale. Quali sono allora gli elementi che mancano nella versione online di Gratta e Vinci e che il giocatore fisico segnala come poco efficaci:

  • La scelta del biglietto e la modalità di “scratch” sono più fredde e meccaniche (ad esempio  non hai la possibilità di scegliere una particolare serie, una posizione specifica)
  • Manca la condivisione del gioco con altri (non puoi scegliere di interagire e giocare con altre persone)
  • Diffidenza verso l’esperienza virtuale: si ha l’impressione di affidarsi a un “sistema aleatorio”.
Commenta su Facebook