Il mercato della realtà aumentata (AR) e della realtà virtuale (VR) ha registrato finora più di 2 miliardi di dollari di investimenti totali nel 2020.

Secondo un nuovo rapporto di una società di consulenza sul mercato tecnologico globale, ABI Research, sono oltre 1,3 miliardi di dollari gli importi investiti per il finanziamento di società di realtà aumentata e/o realtà virtuale e oltre 500 milioni di dollari la spesa per accordi di fusione e acquisizione che hanno avuto luogo nei mercati aziendali e di consumo, hardware, software e servizi.

Nel mercato AR, l’hardware si è rivelato un punto di investimento importante nel 2020, in particolare l’hardware di consumo poiché quel mercato continua a crescere. MAD Gaze, Nreal, Mira, Magic Leap e North (acquisiti da Google), sono tra una selezione di produttori di smart glass AR/MR che hanno ricevuto finanziamenti significativi nel 2020. Nel mercato VR, studi di media e intrattenimento e giochi come Thirdverse e Survios hanno avuto successo, così come OssoVR e Oxford VR, specialisti in formazione.

Il software non è stato però dimenticato, con alcuni importanti finanziamenti si sono concretizzati durante l’anno. Sebbene non sia tecnicamente un finanziamento o M&A, l’IPO da 1,3 miliardi di dollari di Unity ha dimostrato l’importanza di una piattaforma capace di creazione di contenuti. Il fornitore di piattaforme aziendali Librestream, il fornitore di software AR Augmedics, la piattaforma di collaborazione Spatial e la piattaforma per la creazione di marketing AR Poplar, hanno registrato round di finanziamento di oltre 1 milione di dollari nel 2020. Apple è stata attiva anche nell’acquisizione di software e piattaforme, con la piattaforma di collaborazione VR Spaces e VR contenuti home NextVR.