I casinò online sono illegali in Germania. O almeno per ora.  Ma il business muove miliardi nel Paese, uno dei più grandi mercati del gioco d’azzardo online in Europa, grazie a eccezioni, zone d’ombra, e, perché no, imbrogli. La situazione è così fuori controllo che il gioco d’azzardo su Internet sarà legalizzato l’anno prossimo in un tentativo un po’ disperato di riprenderne il controllo. Per il bene dei giocatori nel cercare di imbrigliare il settore e, in tempi di pandemia, anche di ottenere maggiori entrate tramite le tasse.

La legge è chiara. Ma la realtà in Germania è un’altra. Le TV private ​​sono inondate di annunci di casinò online con grandi promesse di vincite. Il 38% dei tedeschi afferma di aver giocato su Internet. Da un rapporto emerge che sono almeno 730 i casinò online attivi e la spesa per questo tipo di offerte di 1.760 milioni di euro , con un aumento del 36% rispetto all’anno precedente. Ora, tutti gli esperti concordano sul fatto che sarà molto più alto, soprattutto dopo l’effetto di confinamento di quest’anno dalla pandemia. Cosa è successo in Germania per arrivare a questo?

In primo luogo, la legge non interessa l’intero paese. L’accordo firmato dai 16 stati federali – quelli competenti in materia – per mantenere vietato il gioco d’azzardo online è saltato nel 2012 quando lo Schleswig-Holstein ha deciso di fare la guerra da solo, legalizzarlo e rilasciare licenze.

Così oggi una dozzina di aziende ha ottenuto la licenza per operare con una sede in altri paesi Eu. È possibile accedere a queste pagine da qualsiasi luogo in Germania (e in tutto il mondo). Non è necessario installare un programma VPN per nascondere l’IP del dispositivo e aggirare il sistema, risorsa comune e addirittura gratuita in rete. Alcuni siti Web non eseguono controlli; altri chiedono semplicemente all’utente se è un “residente abituale” nello Schleswig-Holstein. Inoltre, tutti questi casinò hanno clonato le loro pagine con l’estensione tedesca .de e le offrono come .com di default a chi cerca questa offerta – chiaramente in tedesco e per i tedeschi – dall’esterno dell’unico Land dove è consentita.

Legalizzare il gioco d’azzardo come soluzione
Ora, gli stati federali vogliono porre fine a questa mancanza di controllo. A luglio del prossimo anno entrerà in vigore un nuovo regolamento interregionale che legalizzerà il gioco d’azzardo online in tutto il paese. Dopo una lunga trattativa, i Länder hanno deciso di seguire la rotta Schleswig-Holstein. Scommettono su un’offerta legale di gioco d’azzardo online con una regolamentazione comune per tutto il paese e che tuteli dipendenti e giovani. Puoi giocare solo dalle nove di sera alle sei del mattino e spendere un massimo di 1.000 euro al mese. Inoltre, verrà stabilito un elenco di persone con problemi di dipendenza e verrà creato un unico supervisore centrale del gioco (rispetto alle attuali 16 entità regionali).

La mossa ha evidenti conseguenze fiscali, una questione delicata in un momento in cui i conti pubblici stanno soffrendo a causa della crisi scatenata dal coronavirus. L’Handelsblatt Research Institute stima che il mercato del gioco – fisico e virtuale – muove circa 14 miliardi di euro all’anno in Germania, comprese le lotterie, i casinò e le case da gioco fisiche, nonché l’intero business digitale. Ma il 20% di quell’importo, circa 2.800 milioni di euro, non viene tassato affatto dalle Finanze tedesche. Sono quelli che si muovono nei casinò online e nelle scommesse online. Questo cambierà il prossimo anno. O si spera.