La Repubblica di Malta sta perdendo il suo appeal sull’industria europea del gioco d’azzardo? Sembrerebbe di sì. Diverse società licenziano e delocalizzano.

Cosa sta succedendo alla comunità del gambling online con sede a Malta? Secondo indiscrezioni giornalistiche negli ultimi giorni circa 20 dipendenti di una società di gioco norvegese con sede a Malta sono stati licenziati per effetto delle modifiche alla strategia aziendale delle società.

Fondato nel 2017 con sede a Sliema, River iGaming ha disposto i licenziamenti dopo aver scelto di concentrarsi su alcuni aspetti della propria attività anziché su altri.

La società ha fatto sapere di aver “avviato e parzialmente completato significativi tagli dei costi” . River iGaming si concentrerà sulle operazioni nel Regno Unito, a Malta e in Svezia.

Lo scorso settembre, circa 100 dipendenti sono stati licenziati da Stars Group, parte di TSG Interactive Gaming Europe Ltd , altri 30 dipendenti di Yggdrasil il mese successivo.

Numeri che destano preoccupazione anche tra le autorità maltesi anche in considerazione del fatto che, sebbene in modo meno eclatante, altre società operanti nel settore avrebbero deciso di ridimensionare la loro presenza sull’isola.