L’emergenza COVID ha fortemente influenzato il mercato del gioco a vincita in Italia, più che in altri paesi Europei. Lo conferma un sondaggio sull’andamento dell’industria in Europa.

I paesi che hanno registrato la crescita più elevata fino a settembre scorso nel settore del gioco d’azzardo e delle scommesse, secondo il sondaggio europeo, sono stati Croazia, Paesi Bassi, Polonia e Slovenia.

I paesi che hanno registrato il maggior calo a settembre nel settore del gioco d’azzardo e delle scommesse sono stati Portogallo, Italia, Irlanda e Bulgaria.

La direzione generale degli affari economici e finanziari (DG ECFIN) della Commissione europea conduce sei sondaggi mensili armonizzati per le economie dell’UE e dei paesi candidati.

Sono sondaggi su base trimestrale rivolti a rappresentanti dell’industria (manifatturiero), dei servizi (generale), dei servizi finanziari, del commercio al dettaglio e dell’industria delle costruzioni, nonché dei consumatori.

Questi sondaggi consentono di confrontare i cicli economici delle diverse nazioni e sono diventati uno strumento fondamentale per monitorare i progressi delle economie dell’UE e dell’area dell’euro, nonché gli sviluppi nei paesi candidati. 

Gli indicatori vengono creati per sei settori per riflettere le opinioni e le aspettative complessive in un indice unidimensionale. Per il settore dei consumi e dei settori delle imprese industria, servizi, commercio al dettaglio ed edilizia, il calcolo viene effettuato a livello nazionale e aggregato (UE e area dell’euro), mentre per il settore dei servizi finanziari viene effettuato a livello di livello aggregato (UE e zona euro). Al fine di monitorare l’attività economica complessiva, viene creato un indicatore mensile del sentimento economico (ESI) basato su una selezione di domande da industria, servizi, commercio al dettaglio, edilizia, e consumatori a livello nazionale e aggregato (UE e zona euro).