Alla fine del 2018 c’erano 7.402.395 macchine da gioco legittimamente autorizzate in tutto il mondo. E’ quanto rivela una ricerca dellaGaming Technologies Association, l’organismo commerciale che rappresenta l’industria dei fornitori di macchine in Australasia.

La ricerca, condotta attraverso enti regolatori, fonti governative, ricerca di società private, enti del settore dei giochi e direttamente da luoghi in cui sono installate le macchine, è condotta dal GTA, e serve a  dissipare alcuni dei miti che circondano sulla proporzione di macchine da gioco nel territorio .

“Le macchine contate sono quelle installate legalmente”, ha affermato Chris Muir, CEO di GTA. “Laddove esistono macchine illegali o in assenza di regolamentazione, il conteggio si basa solo sul numero di macchine che possono essere verificate.”

Ha aggiunto: “I numeri dissipano ancora una volta i miti sulla proporzione dei numeri delle macchine da gioco in Australia. Conferma che le macchine da gioco australiane hanno alcuni dei limiti di scommessa massimi più bassi al mondo, il che è coerente con quello che abbiamo dimostrato con i sondaggi precedenti. ”

Le cifre mostrano una leggera riduzione del numero di macchine installate in Australia, meno 720 rispetto a 196.301, e quel numero rappresenta il 2,6 per cento delle macchine legalmente installate al mondo.

La più grande base  di macchine è il Giappone – le cifre tengono conto delle macchine pachinko e pachislot – dove c’erano 4,3 milioni di apparecchi . Seguono  gli Stati Uniti con 898.974, l’Italia con 320.000, la Germania con 277.700, l’Australia, il Regno Unito con 183.813, la Spagna con 183.409, il Canada con 99.521, l’Argentina con 98.117 e la Colombia con 86.629.