Le imprese di gioco e scommesse negli ultimi cinque anno hanno registrato un incremento del numero delle nuove registrazioni pari al 52%.

Si è passati infatti dalle 5.200 del 2014 alle 7.946 dell’ultima rilevazione del primo semestre 2019, come certifica il Registro dell’Imprese nell’ultimo report relativo alla natalità delle imprese non

Di seguito i dati riferibili al periodo 2014-2019:

Imprese registrate a giugno 2019 : 7.946

imprese registrate a giugno 2014 : 5.215

variazione +52,4% pari a 2.731 nuove aperture

Questi dati si riferiscono alle sole aperture di nuove partite Iva, ovvero registrazioni alla Camera di Commercio.

La regione con il più alto numero di aziende è la Campania (1.668), seguita da Lombardia con 949 e dal Lazio con 946. Quindi la Sicilia con 855 e il Veneto con 418. In Toscana risultano registrate 350 imprese di giochi, lotterie e scommesse, 229 in abruzzo, 67 in Basilicata, 296 in Calabria, 357 in Emilia Romagna.

In Friuli Venezia Giulia le aziende registrate alla Camera di Commercio sono in totale 111, 186 in Liguria e 178 nelle Marche. 37 in Molise e 150 in sardegna. In Umbria le imprese sono 79 e, in coda all’elenco, 5 in Valle d’Aosta.

Giochi e imprese. In Italia ci sono 7.089 aziende attive, oltre 1.500 sono in Campania

Commenta su Facebook