Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) In Germania il mercato del gioco d’azzardo continua a crescere. Nel 2017 il settore dei giochi legali (lotterie, scommesse, slot machine e casinò) ha generato entrate lorde per un totale di 13,5 miliardi di euro. Rispetto al 2016 si registra un incremento di 300 milioni di euro, di un miliardo rispetto al 2015. L’industria del gioco resta quindi un fattore importante per lo sviluppo economico anche se sempre più soggetto ad una regolamentazione ‘disfunzionale’, come spiegano gli operatori del settore.

Secondo un recente report i singoli segmenti di gioco hanno registrato un andamento diverso rispetto al 2016: nel segmento delle scommesse, per esempio, si contano 90 operatori commerciali, una forte forte crescita dei ricavi lordi di gioco (puntate meno le vincite). Il reddito è cresciuto del 17% rispetto all’anno precedente e in occasione della Coppa del Mondo FIFA 2018 in Russia ci si aspetta un ulteriore impulso alla crescita.

Al contrario, il segmento della lotteria è stagnante. Ha perso circa il tre percento dei suoi ricavi dal 2016, anche a causa della concorrenza delle ‘lotterie secondarie’ non regolamentate e gestite da operatori che fanno capo a Malta e Gibilterra.

Il segmento delle slot machine continua ad essere il più redditizio, con circa 7 miliardi di euro di entrate lorde nel 2017. Per il prossimo futuro ci si attende un decreto delle entrate dovuto all’entrata in vigore delle distanze minime tra le sale e quindi una significativa riduzione dei punti gioco. Gli operatori chiedono perciò una regolamentazione coerente per tutte le forme di gioco

Si dicono preoccupati per la crescita del mercato illegale e di quello grigio. Solo una regolamentazione coerente per tutte le forme di gioco secondo standard di qualità uniformi può frenare i mercati grigi e neri, proteggere in modo sostenibile i consumatori e rafforzare il gioco legale. “Non ha senso- dicono- regolare le sale da gioco per distanza e dimensioni, quando hai la possibilità di giocare illegalmente online ovunque, in qualsiasi momento.”

Commenta su Facebook