Per la German Sports Betting Association (DSWV), l’entrata in vigore del Trattato di Stato sul gioco d’azzardo il 1 ° luglio 2021 segnerà l’inizio di una nuova era nella regolamentazione del mercato.

Con la ratifica da parte del parlamento statale della Sassonia-Anhalt mercoledì sera, il nuovo Trattato di Stato sul gioco d’azzardo ha eliminato l’ultimo ostacolo per la sua entrata in vigore a livello nazionale dal 1 ° luglio 2021.

La German Sports Betting Association (DSWV) parla di una svolta storica: “Gli stati federali si stanno finalmente allontanando dalla loro obsoleta politica di divieto regolamentando i mercati del gioco d’azzardo online ,scommesse, i giochi di slot machine virtuali e il poker, in base a rigorosi criteri di qualità. “

Il presidente di DSWV Mathias Dahms vriconosce non solo la certezza del diritto per i fornitori, ma anche, soprattutto, la protezione dei consumatori: “I consumatori traggono vantaggio dalla chiarezza e dalla sicurezza: i fornitori con un sigillo di approvazione statale soddisfano i più alti standard di tutela dei consumatori e dei giovani, la prevenzione della dipendenza da  gioco d’azzardo e delle frodi, l’istituzione di un’autorità centrale di controllo del gioco a Halle / Saale e il sistema di blocco a livello nazionale per i giocatori a rischio di dipendenza dal gioco o giocatori patologici, sono misure corrette e importanti “.

Tuttavia, secondo il DSWV, ci sarà necessità di riforme in futuro, ad esempio nel monitoraggio dei consumatori o nel tema delle scommesse live. Dahms vede il successo del nuovo regolamento sul gioco online  in grave pericolo principalmente dai piani fiscali dei governi federale e statale. La tassazione del 5,3 per cento sulle giocate è troppo alta in un confrontoa quelle degli altri Paesi. La sua associazione fa quindi appello ai membri del Bundestag a non accantonare frettolosamente la bozza della legge sulle scommesse e sulle lotterie, ma ad affrontare la questione in modo più approfondito nella prossima legislatura.

Il GlüStV era già stato ratificato da almeno 13 stati federali. L’approvazione della Sassonia-Anhalt come Stato di origine della nuova autorità è stata, tuttavia, essenziale per la sua entrata in vigore. L’ultima sedicesima ratifica mancante da parte del parlamento statale del Nord Reno-Westfalia alla fine di aprile è considerata certa secondo il DSWV.