L’autorità comune di gioco degli stati federali tedeschi (GGL) assume tutti i compiti di regolamentazione precedentemente svolti dai singoli stati federali in una procedura statale uniforme

Dopo 1,5 anni di lavoro, la nuova autorità è responsabile della supervisione e dell’approvazione delle offerte di gioco d’azzardo online per conto di tutti i 16 paesi dal 1° gennaio 2023 e della lotta al gioco d’azzardo illegale dal 1° luglio 2022.

La Direzione Generale ha spiegato nel corso di una conferenza stampa che tutti i prerequisiti e le strutture sono stati messi in atto per riunire le competenze e le risorse necessarie da un’unica struttura. Ronald Benter, CEO di GGL, ha dichiarato: ” Siamo ben preparati e in grado di lavorare. Con il GGL, la Germania avrà per la prima volta un’autorità centrale di supervisione e applicazione per il gioco d’azzardo su Internet “.

Ronald Benter ha spiegato la funzione del GGL nello sviluppo di un mercato legale del gioco d’azzardo online, in particolare per le nuove offerte consentite dal 2021, come le slot machine virtuali, il poker online e le scommesse sportive e ippiche. Le procedure di autorizzazione sono state in gran parte completate dagli Stati federali che ne sono temporaneamente responsabili, in modo da creare il presupposto di base per incanalare l’istinto naturale del gioco verso il gioco consentito e il GGL può ora concentrarsi essenzialmente sui suoi compiti di supervisione.

Nel campo delle slot machine virtuali e del poker online, la quasi totalità delle 78 domande pervenute è stata approvata. Tuttavia, solo 25 fornitori per questi due tipi di gioco d’azzardo sono elencati nella whitelist ufficiale, poiché i pagamenti dei depositi cauzionali sono ancora in sospeso per un certo numero di richiedenti che sono stati approvati.

C’è ancora molta strada da fare nel settore delle licenze di gioco individuali per le slot machine virtuali e il poker online. Entro la fine del 2022, quasi 600 dei quasi 3.500 permessi di gioco individuali richiesti erano stati controllati e approvati. “Spesso l’iter fallisce a causa dei requisiti più semplici, ad esempio se ci sono solo istruzioni in inglese per il gioco. Qui ci aspettiamo un migliore coordinamento tra i fornitori e gli studi”.

Anche nel settore delle scommesse sportive e ippiche è stata approvata la maggior parte delle domande pervenute, ma le singole scommesse devono ancora essere verificate dal GGL. Benter: ” Il nostro obiettivo per il 2023 in questo settore è completare tutte le procedure di licenza, compresi i test di gioco e scommesse, e creare così un mercato del gioco legale attraente“.

Uno sguardo a 6 mesi appena trascorso nel contrasto al gioco d’azzardo illegale: “ Gli stati federali avevano sperato in una maggiore pressione e in un maggiore successo nella lotta al mercato del gioco d’azzardo illegale con l’istituzione del GGL e il raggruppamento delle risorse. In effetti, questi effetti possono già essere visti.

Da quando ha assunto la responsabilità della lotta al gioco d’azzardo illegale il 1° luglio 2022, sono stati archiviati quasi 150 casi di gioco d’azzardo illegale e quasi altrettanti casi di pubblicità del gioco d’azzardo illegale. Nel corso di questo periodo, sono stati controllati circa 1150 siti web di gioco d’azzardo illegali.

Numerose offerte e pubblicità non autorizzate sono state rimosse dopo che GGL li ha contattati. Il GGL ha già avviato più di 60 procedimenti di proibizione e depositato più di 30 denunce penali. Gran parte di questa attività è stata rilevata dal GGL dall’ufficio dell’amministrazione statale della Sassonia-Anhalt il 1° luglio 2022 e ulteriormente elaborata.

Oltre ai classici strumenti di esecuzione, GGL utilizza per la prima volta anche strumenti di blocco dei pagamenti e di rete. “Attribuiamo grande importanza alla comunicazione trasparente con i fornitori di servizi di pagamento e i fornitori di Internet. Stiamo anche assistendo ai primi successi. La maggior parte dei fornitori di servizi di pagamento sta chiudendo con i fornitori di giochi d’azzardo illegali. I depositi presso fornitori di giochi d’azzardo illegali stanno diventando sempre più difficili se non impossibili”.

I primi sviluppi positivi si registrano anche con il nuovo strumento di blocco delle reti inserito nel Trattato di Stato sul Gioco del 2021. Sulla base della nuova base giuridica sono già state avviate 6 procedure contro i maggiori fornitori di servizi Internet. 

I siti Web interessati non sono ancora stati bloccati perché i file amministrativi di GGL sono ancora in fase di revisione da parte dei tribunali. A dicembre 2022, invece, già 2 tribunali amministrativi ritenevano ammissibili nel procedimento sommario le modalità di blocco della rete. Il fornitore interessato deve ora bloccare l’accesso all’offerta illegale. “Questa è una prima pietra miliare sulla strada per la conferma giudiziaria del blocco della rete”, afferma Benjamin Schwanke . “ I primi successi nell’area dell’implementazione e degli strumenti di blocco dei pagamenti e blocco della rete dimostrano che siamo sulla buona strada con il nostro approccio. Ciò che è assolutamente chiaro, tuttavia, è che la strada da percorrere è ancora molto lunga”.

Obiettivi per il 2023

L’obiettivo del GGL come autorità di vigilanza è il monitoraggio coerente dei fornitori approvati per tutti i tipi di gioco d’azzardo su Internet che possono essere autorizzati. “Revocheremo i permessi se troveremo gravi violazioni”, ha detto Ronald Benter. “ Perché il nostro obiettivo è parità di condizioni per tutti i fornitori.  Vogliamo garantire che il modello di business dei giochi d’azzardo illegali o non conformi su Internet non valga la pena a lungo termine”. “Procederemo anche in modo coerente per quanto riguarda l’applicazione: ogni fornitore che non è nella lista bianca verrà bloccato, non importa quanto sia grande”, aggiunge Schwanke. A questo proposito, il GGL sostiene l’obiettivo di istituire uno speciale ufficio del pubblico ministero ad Halle (Saale) al fine di consentire una rapida repressione contro i fornitori di giochi d’azzardo illegali.

Un altro tema importante per il prossimo anno sarà anche una maggiore trasparenza per i giocatori su quali misure di protezione dei giocatori devono essere osservate dai fornitori, come il pulsante antipanico.

L’ulteriore sviluppo della prevenzione delle dipendenze, in particolare per quanto riguarda l’accordo sui sistemi di diagnosi precoce della dipendenza dal gioco, nonché l’osservazione del mercato e l’assegnazione di contratti di ricerca sono obiettivi per il 2023.

Articolo precedenteScommesse illegali durante i Mondiali di calcio, denunciati i gestori di una sala nel Cremonese: sanzioni per 54mila euro
Articolo successivoGratta e Vinci regala 200mila euro a Nocera Umbra (PG)