Goldmedia ha pubblicato lo studio per conto dei gruppi di gioco Entain, Flutter e Greentube sugli effetti della introduzione della nuova legge sul gioco d’azzardo online in Germania. Secondo i ricercatori di mercato, nell’analisi condotta sotto il titolo “Uso del casinò online e del poker online nella fase di tolleranza e regolamentazione”, sono stati interpellati 619 utenti di gioco d’azzardo online in Germania.

La nuova legge, ad esempio, porterà a una riduzione fiscale delle percentuali di pagamento per le slot machine online da circa il 96% a appena il 90%. Di conseguenza, c’è il rischio di migrazione verso il mercato nero.

Per il 54% degli intervistati, il rapporto di pagamento delle slot machine è il fattore decisivo nella scelta di un casinò online. Ciò significa che la quota di mercato dei giochi online illegali salirà alle stelle dall’attuale 25 al 27%. Ciò potrebbe ridurre la percentuale di soggetti legali dall’attuale 75% circa di un terzo a poco più del 50%.

In risposta allo studio, il Dr. Dirk Quermann, Presidente della German Online Casino Association (DOCV) ha detto che “Il trattato di stato sul gioco d’azzardo rischia di fallire perima di entrare in vigore. La Germania è minacciata da un mercato nero di vaste dimensioni”.

La fuga dei giocatori verso fornitori online illegali è già chiara. Dopo tutto, il gioco senza licenza su Internet è “a portata di clic”.

Il ‘trasferimento’ è confermato dallo studio. Ad esempio, c’è stato un calo del 23% nelle slot online da ottobre 2020. Quasi il 65% dei giocatori consultati ha citato il divieto della pubblicità dei bonus del casinò come motivo. Altri motivi addotti erano la gamma ridotta di giochi, velocità inferiori, pause forzate troppo lunghe e minori possibilità di vincita.

Dallo studio è emerso che delle circa 450 offerte online ricercate, circa 400 non erano attive sul mercato tedesco secondo le regole. Quasi il 90% dei fornitori ha ignorato i requisiti dell’attuale regolamento transitorio per quanto riguarda fattori quali le procedure di identificazione o la definizione di limiti di deposito. La maggior parte delle violazioni, tuttavia, è nella gamma dei giochi. Il 70% delle società non conformi continuerebbe a offrire i giochi da casinò alla roulette, che sono popolari tra molti giocatori, che è stato bandito dall’ottobre 2020. Lo stesso vale per l’offerta ormai illegale di casinò con croupier dal vivo, slot progressive e funzioni di gioco automatico.

Le restrizioni hanno già portato a un indebolimento del mercato legale, poiché la concorrenza senza licenza ha presentato un’offerta più interessante e meno restrizioni dal punto di vista di molti giocatori.

Ciò si riflette direttamente nel numero di visite al sito web dell’operatore. Da settembre 2020 a febbraio 2021, le offerte conformi hanno registrato un aumento dell’8% delle loro visite a 6,4 milioni. Al contrario, il numero di visite a concorrenza non conforme è aumentato del 75% a 9,8 milioni di visite.

I tassi di crescita più elevati per le offerte non conformi, in combinazione con una bassa fedeltà dei clienti, rappresentano una minaccia per le società di gioco consolidate, il che è ulteriormente alimentato dalla tassazione pianificata.

A causa delle restrizioni previste dal Trattato di Stato, l’obiettivo di una maggiore canalizzazione non è stato raggiunto. Invece è vero il contrario, perché i giocatori cercano l’offerta che gli piace di più. Date le condizioni date, c’è da temere che molti clienti troveranno ciò che cercano nel mercato nero piuttosto che nel settore legale.