Germania. I capi di governo degli stati federali hanno approvato oggi, nel corso della Conferenza dei primi ministri, il Trattato di Stato sul nuovo regolamento sui giochi. La norma introduce importanti novità per il mercato del gioco d’azzardo. Delusione tra gli operatori e gestori delle slot.

Approvato Trattato sul gioco d’azzardo, ma restano le criticità di una norma che impone la distanza inina tra le sale giochi. 

Georg Stecker, portavoce dell’Associazione dell’industria dell’automatico tedesco commenta così il provvedimento : “Il fatto che i criteri di qualità debbano essere utilizzati per la prima volta nella regolamentazione delle slot machine commerciali è una buona notizia per le offerte di gioco legali e la protezione dei giocatori. Tuttavia, il legislatore ha ritenuto di non tralasciare, come da noi suggerito, i criteri qualitativi. Per un’efficace protezione dei giocatori e dei giovani, gli stati federali devono ora avvalersi delle loro competenze e perseguire costantemente il percorso di regolamentazione qualitativa che è stato adottato nell’attuazione del Trattato statale sul gioco. Ovviamente continueremo a concentrarci sulla qualità della nostra offerta. “

La qualità dell’offerta, è questo che influisce sulla protezione dei giocatori e dei giovani, non il numero di apparecchi installati o la distanza tra le sale giochi. Inoltre, le distanze minime tra le sale sono ora più assurde che mai, visto che si sta aprendo al mercato dell’online”.

“Come industria dell’automatico accogliamo con favore l’introduzione di un registro per l’autoescusione dal gioco, un data base che verrà utilizzato dai concessionari di gioco e che riteniamo essere un contributo importante per una protezione efficace dei giocatori”.

In aggiunta a quelle che sono le disposizioni previste dal Trattato e che introducono criteri più stringenti alle caratteristiche tecniche degli apparecchi , l’organizzazione che rappresenta gli operatori ha adottato ulteriori misure che rafforzano ulteriormente la protezione dei giocatori e dei giovani. L’associazione degli operatori sostiene l’obbligatorietà delle certificazioni per le sale giochi e l’introduzione di un sistema di accesso biometrico uniforme a livello nazionale con il quale l’auta esclusione  può essere implementato in tutta sicurezza.