Il decreto Ristori 5 ci sarà. Lo conferma il neo-ministro al Turismo Massimo Garavaglia

“Sappiamo che è in arrivo il Decreto ‘ristori quinquies'” ha detto Garavaglia nel corso di un incontro con il governatore della Lombardia Fontana e gli assessori regionali Sertori e Magoni.

Con il provvedimento Garavaglia auspica arrivino anche le prime risposte alla mancata riapertura degli impiani sciistici “in modo siano operative da subito e non in sede di conversione, con gli emendamenti, perché si perderebbe altro tempo”.

Ristori 5, dove eravamo rimasti

Doveva essere il   primo dopo l’approvazione della Legge di Bilancio 2021, sarà il primo provvedimento economico del nuovo governo Draghi

Il premier Mario Draghi è atteso domani in Senato, dove si presenterà per chiedere la fiducia al nuovo esecutivo. Lì nell’Aula dovrà esporre il suo programma e quello dei ristori sarà un elemento centrale, assieme ai provvedimenti di contrasto al Covid .

Draghi ha già fatto sapere che parlerà solo delle cose già decise, nessun annuncio di programma.

Il prossimo Decreto Ristori dovrebbe quindi mantenere la struttura decisa e definita dal governo Conte, sarà finanziato con lo scostamento di bilancio di 32 miliardi di euro già approvato dal Parlamento nei giorni precedenti alla caduta del Governo.

In queste ore sul dossier sta lavorando anche il Ministero del Lavoro, dopo il primo incontro con le rappresentanze dei lavoratori sul blocco dei licenziamenti.

Sugli indennizzi sono arrivate rassicurazioni anche dal ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, che dichiara: «gli indennizzi per la montagna devono avere priorità assoluta, il danno va indennizzato subito, nel prossimo decreto».