Il Consiglio di Amministrazione di Gamenet Group S.p.A., società quotata sul segmento STAR del Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., riunitosi in data odierna, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione Consolidato al 30 settembre
2018.

“I risultati dei primi nove mesi riflettono sia il forte sviluppo del segmento Betting and Online sia l’ottima prosecuzione della nostra strategia di distribution insourcing. Le scommesse sportive, in particolare, continuano a mostrare una solida crescita e siamo molto soddisfatti della performance sia dell’online sia del retail. Questi risultati sono ancora più rilevanti se si considera che non tengono conto del contributo di GoldBet. Infatti, grazie a questa acquisizione ed al relativo piano di integrazione, il Gruppo Gamenet amplierà ulteriormente il proprio business, generando significative sinergie e consolidando ancor più la leadership italiana nel le scommesse sportive, avvalendosi della più ampia rete commerciale del Paese”, ha commentato Guglielmo Angelozzi, Amministratore Delegato di Gamenet Group. “Nel corso del terzo trimestre abbiamo , inoltre, emesso con successo un nuovo prestito obbligazionario funzionale all’acquisizione di GoldBet. Complessivamente, i risultati conseguiti nei primi nove mesi rappresentano un significativo passo avanti per il raggiungimento dei nostri obiettivi finanziari di fine anno cui darà ulteriore slancio l’integrazione di GoldBet”.
Il business del Gruppo Gamenet nei primi nove mesi del 2018 è stato caratterizzato dai seguenti sviluppi e eventi :
Raccolta a euro 5,3 miliardi, con il contributo particolarmente positivo dell’online, grazie
anche all’aggiornamento dei portali mobile Betting (mobile site + app), (raccolta scommesse sportive totale +37,4% vs 9M 2017; da mobile +46,2 % e Live +39,4 %), delle scommesse fisiche e delle VLT;
Crescita della raccolta dei giochi da casinò online del 91,2% vs 9M 2017 ;
A seguito del completamento della riduzione obbligatoria delle AWP , la raccolta totale non
subisce impatti negativi ed il dato unitario medio cresce del 23,3%;
Accelerazione della strategia di distribution insourcing -da 6.575 AWP di proprietà al 30
settembre 2017 a 10.166 al 30 settembre 2018-e dell’integrazione a valle nel segmento
Retail (70 sale a gestione diretta);
Ottimizzazione della rete betting con aumento dell’1,9 % del numero medio dei diritti
operativi ed incremento del numero di active online players +33,6 % ;
Avviate, successivamente al completamento dell’acquisizione di GoldBet, le attività
preliminari del programma d’integrazione di Gruppo.
Commenta su Facebook