reactive games
Print Friendly, PDF & Email
Espresso Games, l’ambizioso fornitore di giochi da casino online, annuncia di aver siglato l’accordo con Reactive Games per la diffusione del proprio catalogo in Italia.

Tiziana Cannizzaro, Head of Markenting della società detentrice del brand Espresso Games dal mese di agosto 2017, dichiara che l’accordo con Reactive Games rafforza la missione dell’azienda di affermarsi come uno dei principali fornitori B2B in Italia.

“Con il nostro apporto siamo determinati a garantire che gli operatori restino all’avanguardia nel settore del B2B. La piattaforma aggregata di Reactive Games è veramente performante ed ultra flessibile, pari alle attenzioni che abbiamo osservato rivolgere ai loro clienti.

Per questi motivi abbiamo valutato di scegliere questo dealer come main partner.

Gli operatori aderenti a questa piattaforma possono velocemente accedere ad un rilevante portafoglio di giochi oltre che ad un completo sistema di amministrazione più fluido ed intuitivo rispetto ad altre piattaforme di aggregazione troppo complesse”.

“Nell’ambito di questa proposta, Espresso Games emerge per la capacità di rinnovare l’offerta con prodotti veramente profittevoli, quali i Cross-Game Jackpot Tournaments e i Multi-Player Jackpot Quests, sostenuti da un potente pannello di gestione integrata attraverso il quale è veramente semplice amministrare queste peculiari gare di slot”.

Maurizio Soccodato, General Manager di Reactive Games, aggiunge:

“I contenuti di gioco di Espresso Games sono molto apprezzati nel settore in generale. Inoltre l’abilità dell’azienda nel formare partnership qualitativamente ed economicamente vantaggiose agevolerà il nostro successo nei prossimi mesi”.

“Collaborare con un’azienda di questa statura è una testimonianza di quanto Reactive Games stia crescendo in un periodo relativamente breve.

Siamo molto lieti di essere sempre più riconosciuti come un verticale forte e organizzato, capace di favorire la vita degli operatori che cercano non solo di far crescere il proprio business ma desiderano semplificarne la gestione”.

 

Commenta su Facebook