Il regolatore danese del gioco d’azzardo ha disposto nei giorni scorsi il blocco immediato di 25 siti di gioco online che , a suo avviso, operano illegalmente.

A seguito delle indagini l’Authority ha contattato i fornitori di servizi Internet (ISP) della Danimarca e ha chiesto che l’accesso a questi siti di Counter-Strike vengano bloccati in quanto non dispongono le licenze necessarie per fornire i propri servizi nel paese. Con il supporto del tribunale cittadino di Copenaghen, il blocco di questi siti è entrato in vigore in seguito a una sentenza come richiesto dall’autorità del gioco danese.
Questa è la seconda volta che l’Autorità per il gioco si rivolge al tribunale per bloccare i siti web di skinbetting. La prima volta fu nel febbraio 2018, quando furono bloccate sei siti.  L’aumento da sei a 15 è dovuto principalmente al fatto che l’Autorità per il gioco d’azzardo ha preparato una nuova strategia di ricerca adattata ai siti web di skinbetting. Spesso è più difficile trovare e verificare i siti web di skinbetting rispetto ai siti di giochi tradizionali, ma la nuova strategia di ricerca si è già dimostrata efficace e dovrebbe rendere ancora più facile trovare i siti illegali. Birgitte Sand, direttore dell’Authority , ha così commentato : “Utilizziamo la nostra autorità per bloccare i siti web su base continuativa. Lo facciamo per proteggere i fornitori di giochi autorizzati a offrire giochi in Danimarca, ma anche per proteggere i giocatori. Qui ci concentriamo in particolare sui siti che offrono scommesse su videogiochi, in quanto spesso si rivolgono a bambini e adolescenti di età inferiore ai 18 anni “.