Il mercato del gioco d’azzardo sta registrando un calo dell’11% dei ricavi a causa del Covid-19
 

Secondo un istituto di ricerca specializzato nel mercato del gioco d’azzardo, H2 Gambling Capital, le entrate globali nel gioco d’azzardo diminuiranno dell’11% dopo “la più importante settimana di declassamenti fino ad oggi” derivante dalla diffusione globale del nuovo coronavirus (Covid-19).

Il cal dell’11%, rispetto all’8% all’inizio di questo mese , è dovuto alla successiva chiusura della maggior parte delle strutture di gioco d’azzardo nel mondo occidentale e alla cancellazione e al rinvio dei principali eventi sportivi, compresi gli Europei.

Solo in Italia il mercato registra un calo del 9,4%.

L’Istituto di ricerca crede che lo scenario di quest’anno potrebbe suggerire un risultato di 421 miliardi di dollari, che rappresenta un calo sequenziale dell’8% rispetto al 2019 e che porta effettivamente il valore del mercato globale del gioco d’azzardo al di sotto dei livelli del 2017.

Poiché la pandemia continua a diffondersi in tutto il mondo, ci si aspetta un impatto finale sui ricavi del 2020 di almeno il 12,5%.

Con le strutture terrestri colpite per prime e più duramente dalle restrizioni ai movimenti imposte dai governi neil tentativo di rallentare la diffusione della pandemia, l’online ha visto la sua quota di mercato stimata salire al 16% dal 13,2% dall’inizio del focolaio.