I videogiocatori minori di 18 anni e possessori quindi di PC, Xbox e PlayStation non potranno giocare online tra le 22.00 e le 8.00 mentre nei giorni festivi e nei weekend sarà stabilito un massimo di 3 ore di gioco.

Questi provvedimenti, secondo il governo cinese, saranno utili sia a prevenire la dipendenza da gaming dei minori che ad evitare il diffondersi del gioco d’azzardo. Sarà anche introdotto un tetto massimo per le transazioni online mensili: tra gli 8 e i 16 anni la quota massima sarà di circa 25 Euro mentre tra i 16 e i 18 anni sarà di circa 50 Euro.

Tutte le software house saranno tenute sotto controllo affinchè rispettino tali imposizioni. È in fase di sviluppo, da parte sempre del governo cinese, persino di un database nazionale di tutti i videogiocatori che saranno costretti a utilizzare il proprio nome reale per poter usufruire dei giochi online.

Commenta su Facebook