L’ultima edizione della panoramica di H2 Gambling Capital sul mercato dei casinò fisici fornisce un’idea dei progressi del mercato fino al 2026.

H2 stima che le entrate lorde dei casinò terrestri raggiungeranno i 143,7 miliardi di euro entro il 2026, un miglioramento del 60,0% rispetto alle stime del 2021 e un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 9,9%. Ciò suggerisce che il canale raggiungerà un nuovo massimo di ricavi di 128,4 miliardi di euro nel 2022, in costante crescita negli anni successivi.

Il mercato statunitense rimane la più grande regione per i casinò terrestri, in termini di entrate. Con la ripresa di Macao che si muove lentamente, si prevede che gli Stati Uniti rappresenteranno circa il 65,0% delle entrate nel 2021. Tuttavia, la quota di mercato statunitense dovrebbe scendere al 53,0% entro il 2026, quando l’Asia e il Medio Oriente rappresenteranno il 34,1 % delle entrate globali del casinò.

Tuttavia, Macao rimane ancora il più grande mercato singolo di casinò, rappresentando il 13,0% delle entrate nel 2021, secondo le stime di H2. Questo sembra destinato a crescere solo in futuro, raggiungendo una quota del 23,6% entro il 2026. Mentre il Nevada vedrà aumentare la propria quota fino a un previsto 9,6% delle entrate quest’anno, ma è destinato a rappresentare il 6,4% delle entrate del casinò in cinque anni.